Sono passati 20 anni da allora.

Già 20 anni? Eh si!

Quante cose sono cambiate da allora?

...::: Spot - Reclame - Banner :::...

Pensavamo che non ci saremmo mai abituati a determinate situazioni e a certi provvedimenti.

ma andiamo con ordine.

Io quel giorno me lo ricordo molto bene!

Non stavo bene ed ero a casa, e già allora comunque riuscivo a lavorare da casa.

Avevo un ricevitore satellitare per i canali liberi e rammento che appena accaduto il fatto andai alla ricerca di informazioni anche dai canali esteri.

Passavo ore fra un telegiornale e l’altro.

Cercavo di capire se si trattasse di realtà o fosse un enorme gioco, un incredibile scherzo globale.

No! Non si trattava di uno scherzo. Sfortunatamente si trattava di una realtà tanto cruda e cruenta da sembrare troppo assurda per essere vera.

E così il tam tam di notizie fra quelle vere, quelle supposte e quelle non confermate, portavano ulteriore agitazione laddove era già difficile cercare di avere un punto fisso e chiaro di quanto stava accadendo.

Le prime immagini, quasi in diretta, agghiaccianti di quanto era avvenuto e poi via via di quello che accadeva in presa diretta continuativa e costante per ore, per giorni.

...::: Spot - Reclame - Banner :::...

Le ipotesi anche le più assurde si trasformavano in realtà tangibili e le peggiori teorie e previsioni venivano battute da una realtà ancor più eclatante di quanto si potesse immaginare.

Ci fu una gran confusione internazionale.

Vennero attivate immediatamente nuove regole sia per i viaggi che per il nostro quotidiano.

All’epoca ci furono un sacco di polemiche. A partire dalla natura reale di quei gesti, di quegli attentati.

Poi vennero innalzati i livelli di controllo e di sicurezza e si parlò di limitazione dei diritti e delle libertà.

...::: Spot - Reclame - Banner :::...

Già! Proprio allora si parlava di limitazioni delle libertà a seguito di brutali attentati mentre lontana er ancora la questione della pandemia che tutt’ora stiamo vivendo insieme.

Allora, come oggi, possiamo, posso dire di aver vissuto una pagina importante come folle della nostra storia recente.

Posso dire: “io c’ero!”.

Capita così che il tempo passi, ma non riesca a cancellare i ricordi di quei giorni così strani, così folli, così intensi di paura, di terrore, di sospetti e timori, di incertezza sul futuro.

Per coloro che sono nati dopo questo evento rimangono le nostre testimonianze, le immagini video, i documenti e documentari a disposizione online e non solo.

Per noi che li abbiamo vissuti, restano negli occhi e nella memoria delle immagini che difficilmente si potranno dimenticare.

E dopo 20 anni si effettua il ritiro da parte di quei Paesi protagonisti di questa campagna del terrore che altro non ha fatto che prolungare, appunto di ulteriori 20 anni, la scia di sangue e di morti.

Viene da chiedersi se sia servita, sia questa lunga guerra, sia questi eventi, e che cosa ci abbiano insegnato…

Nel frattempo, come per tanti altri eventi storici, sono passati 20 anni…

… la speranza è che non si vedano e vivano più situazioni similari o riconducibili a questi eventi.

Speriamo bene!

Lasciami la tua opinione :)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.