Incredibile ma vero!

Non paghi di quanto dimostrato con l’ultima chiamata referendaria, la classe politica italiana, pregna di propositi, buoni intenti e attenta agli interessi e alle problematiche di coloro che a tutti gli effetti sonon i naturali loro datori di lavoro, decide di portarci verso una nuova crisi.

Non si discutono i tempi e i modi, perché non basterebbero pagine e pagine per disquisirne ma il merito.

Si vuole andare al voto con la convizione, incredibilmente folle, che tutti siano i vincitori e che gli unici a perdere siano, a tutti gli effetti , gli italiani, ma come popolo e non come politici.

Con queste ore ci stiamo giocando anche quel poco di credibilità e di fiducia che potevamo provare a vantare …

Parliamoci chiaro. Siamo un Paese che ha il 160% di debito pubblico (e che difficilmente potrà mai vedere estinguersi il suo debito…)

Si vuole andare verso una crisi che sfoci alla chiamata alle urne degli italiani per ridare autorevolezza e potere a una parte piuttosto che all’altra (che poi alla fine questo o quello per me pari sono… Nessuno mi rappresenta sebbene si parla spesso citando la frase “in nome del popolo italiano!”.

...::: Spot - Reclame - Banner :::...

Non mi sento rappresentato da nessuno di loro! E ciò che mi fa più imbestialire è che voto, ho sempre votato e continuerò a farlo quando me ne sarà data l’opportunità anche perché per esercitare il mio diritto al voto pago e anche profumatamente, prima, dopo mancor più durante…

Abbiamo ancora in corso una pandemia che torna violentemente a bussare alle nostre porte, una guerra di cui si parla meno, perché distante e ai confini enon ci tocca sul vivo (al momento) quindi si può anche “snobbare”… (prevedibile e già detta come cosa..) e noi si pensa alle elezioni?

Ma davvero credete che non costino nulla sia in termini economici che in termini pratici?

Pronti dunque per le campagne elettorali? Di quelle che saranno insinuanti e svilenti fino a portare itutti alle urne a esprimere (speriamo una volta per tutte) in maniera chiara e inequivocabile il proprio volere?

Ci aveva visto giusto il Presidente della Repubblica a voler “scappare” e voler glissare il secondo mandato…

...::: Spot - Reclame - Banner :::...

Sapeva che si sarebbe trovato a dover mettere ordine all'”asilo mariuccia” che corrisponde alla politica italiana… dove tutti lo tirano per la giacchetta e si lamentano per questo o per quello metendo in difficoltà la scacchiera delle strategie politiche in corso.

Potessi direi al Presidente della Repubblica… “Bene, si sciolgano le Camere. Si vada al voto anche domani ma tutte le procedure e i costi ricadano su questa clase politica che non è stata in grado di portare a termine il suo lavoro da noi già pagato. Non sono disposto a pagare ulteriormente i loro errori perché se io sbaglio devo pagare… loro invece? Per loro chi paga?”

Passerei come Don Chisciotte contro mulini a vento e poteri forti senza smuovere e ottenere nulla…

… allora aspetto di poter esercitare il mio diritto/dovere, sperando di non sbagliare, come già accaduto troppe volte…

Vedremo… intanto si aprono le scene a un nuovo giorno di miraolanti avventure del Paese Italia… Prendete posto, non perdetevi il prossimo epsodio e speriamo almeno in un lieto fine… (ma permettetemi di dubitare su qesto…)

Preferisco fermarmi qui per evitare di trascendere…resto in attesa di novità e chi vivrà vedrà….

Lasciami la tua opinione :)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: