Ambulanza, buongiorno!

Sono le 7,10 del mattino. In lontananza suona la sirena di una ambulanza in corsa.
Io mi sto risvegliando, nonostante sia in piedi da oltre un’ora e il pensiero non può non andare a chi sta correndo, a chi sta aspettando, a chi sta sicuramente peggio di me ora e a chi ha nel proprio pensiero di primo mattino, quello di prestare soccorso, che poi è la sua missione.
Troppo spesso ce ne dimentichiamo dell’importanza di dire buongiorno, l’ho già detto tante volte… lo ribadisco! Diciamoci buongiorno ancora di più! Facciamolo ogni volta in cui non abbiamo bisogno di quelle persone che senza nemmeno conoscerci corrono in nostro soccorso ad ogni ora del giorno e della notte…
Angeli poco riconosciuti. Persone come noi che si prestano per accorrere in soccorso, che durante il giorno si mischiano fra noi, che non cercano di cavalcare la ribalta, che restano nella penombra… Persone preziose, importanti, senza le quali molte persone non ci sarebbero più!
Buongiorno ambulanza! Buongiorno a te e a chi viaggia con te, che sia ammalato, ferito o personale addetto al soccorso… Medici, infermieri, bareliieri, autisti, malati feriti o…
Quando vedete arrivare un’ambulanza, anzichè scocciarvi per il dover lasciare strada, farlo in ritardo o in malo modo, provate a pensare se quell’ambulanza e quelle persone dovessero correre per voi, o qualche vostro caro o amato/a, se vi spostereste subito o meno…
Ci sono storie positive, altre meno… non importa! Cerchiamo di avere maggior rispetto per coloro che a ogni chiamata partono e si impegnano al massimo, spesso in condizioni difficili e assurde, per preservare o salvare delle vite…
Regalate loro un saluto, un buongiorno, un caffè, un semplice grazie!
Credo che farete di loro delle persone felici e renderete meno pesante e difficile la loro giornata e per certi versi più nobile la vostra… (per quel che vi può costare lasciarli passare o riconoscere il loro operato…)
Quindi… buongiorno ambulanza. Buongiorno a coloro che porti in pancia e buongiorno a chi resta in attesa di partire verso incognite e persone sconosciute e buongiorno, ancor più, a chi ha bisogno di loro… Che sia per tutti/tutte loro una buona giornata (speriamo!) e come sempre… bella gente… Namasté Alé!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*