Aspettando il Natale [16]

natale-2013Brrrr…. Il freddo attanagliava un pò tutto l’ambiente circostante…

Le pigne, cadute a terra, erano vestite di un bianco velo…

A terra, accovacciata, c’era una signora anziana con un cartello, con uno sguardo apparentemente dolce e con pochi cenci strappati addosso….

Tremava vistosamente, eppure, a ogni passaggio di piedi, senza nemmeno sollevare lo sguardo, ripeteva la sua cantilena terminandola con un timido sorriso…

La gente, la maggior parte, passava davanti e tirava diritto…

C’era chi brontolava, chi borbottava, chi era distratto/a, chi invece si fermava a leggere il cartello, chi cercava di capire e chi, quasi a vergognarsi, dapprima si guardava intorno e poi buttava a terra alcune fra le monetine che si incrociavano all’interno delle tasche poco prima e che cadendo a terra, suonavano come una strana melodia…

Una volta ferme a terra, una mano usciva dal mucchio di stracci e raccoglieva quanto gettato per metterlo in tasca o nel piattino…

Il bimbo, nella sua innocenza, alla vista di quella scena, aprì il suo zaino e, dopo aver frutgato per un pò, ne tirò fuori due mandarini e una briosche che aveva con sè e li avvicino, quasi timidamente alla signora…

A quel punto il viso si alzò, e un sorriso largo, tnto da mostrare pochi denti e uno sguardo dolce, pagò fortemente il gesto semplice del bambino che in un primo momento si allontanò quasi spaventato e poi si avvicinò per sentire proferire un timido “grazie” detto con il cuore….

Il bimbo rispose a sua volta con un sorriso mentre una fievole lacrima percorse il viso rugoso e provato dell’anziana signora… ma il bimbo non ebbe tempo per accorgersene… 

Salutò l’anziana signora e riprese il suo percorso per non arrivare tardi al suono della campanella di ingresso a scuola…

Di  lì a poco una goccia toccò terra e andò ad insinuarsi fra le fessure del freddo porfido che pavimentava la strada…

Chissà se da quella lacrima, se da quella fessura, in primavera spunterà un fiore… uno di quelli senza pregio ma incredibilmente bello nella sua semplicità… 

Un segno di sensibilità in un mondo di fretta, specie in questi giorni, e spesso indifferente…

La nostra storia continuerà nlle prossime ore, aspettando il Natale…

Come sempre… buona vita e buona giornata bella gente…

Lasciami la tua opinione :)