Aspettando il Natale [20]

La vigilia era una data tanto attesa…

Il bagno, il profumo in casa, gli abiti belli per prepararsi alla Santa Messa…

E’ sempre stata una giornata frenetica…

La gente che corre per gli ultimi acquisti, le persone che si mischiano fra i saluti sinceri e quelli di circostanza… fra gli insulti per un parcheggio rubato e fra i sorrisi per una moneta donata…

Le favole, le storie, gli aneddoti raccontati dalle colonne portanti delle famiglie…

La solitudine delle persone in compagnia e la felicità delle persone sole…

Tutto si mischia fra la neve che cade e i riflessi delle luci sulle opache palline di un albero che ogni anno rinnova un segno di speranza, di desiderio di festa, di spensieratezza e di ogni bene…

Importante pettinarsi bene, curare i particolari esteriori come quelli interiori…

Il rispetto della Messa nel dispetto del chiacchericcio comaresco delle comari del quartiere…

L’atmosfera della magia rinnovata, del brindisi sincero e non importa con cosa, sia vino come un bicchiere d’acqua…

La presenza di pacchi, come di un bigliettino… esserci in qualche modo, esserci e ringraziare per questo…

Una magia che in realtà si rinnova quotidianamente anche senza essere apparentemente scintillante e così esponenzialmente ampliata…

Riconoscere e ringraziare quel piccolo e incredibile miracolo della rinascita, ogni anno, ogni giorno, ogni istante…

E’ il Natale che si avvicina… la vigilia per chi aspetta il Natale… per chi ne vive la magia ogni giorno, per chi non ha bisogno di una data specifica per apprezzarne la quotidiana magia…

Intanto il piccolo si prepara… Fra poco sarà, infine, Natale….

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*