Caro amico ti scrivevo…

lettera-digitale-400x268Una riflessione viene automatica guardando tutti chini verso i cellulari intenti a scriversi…
Una volta anche io scrivevo…(a dir la verità continuo a farlo ma per diletto e non in attesa di una risposta che spesso non c’è…) Scrivevo lettere chilometriche a  “amici di penna” e poi aspettavo almeno due settimane prima di ricevere risposta e questo era magico e allo stesso tempo stressante…
Una volta si affidavano i messaggi ai piccioni viaggiatori e si sperava, si pregava che arrivassero a destinazione… Poi c’è stato l’avvento della radiofonia e dei codici morse, per poi lasciare spazio a tutte le varie innovazioni tecnologiche… Quando ero ragazzino ricordo con piacere che si avevano degli amici di penna con cui vi era un discreto rapporto epistolare… i francobolli costavano poco e nonostante tutto la posta funzionava discretamente bene. Poi l’arrivo di internet e della posta elettronica via via ha soppiantato lentamente l’utilizzo di carta e calamaio (inchiostro) per scrivere le lettere… Poi è arrivata pochi anni
fa la validità delle e-mail come documenti a tutti gli effetti validi come le lettere e ora? Ora la tecnologia vince e si fonde con il servizio poste per “sopravvivere” alla tecnologia e allora qual’è la migliore tattica? Non cercare di “combatterla” anche perchè non vi sarebbe alcuna possibilità ma bensì allearsi e fondersi con essa… ed ecco che nasce il servizio che dal tuo pc di casa ti permette di inviare lettere cartacee a chi vuoi tu! L’unico vantaggio forse, rispetto agli anni che furono, è ce magari verranno consegnate un pochino prima ma senza dubbio non ci dovrebbero essere più problemi di calligrafia….

Speriamo solo che la tecnologia non ci renda alla fine troppo comoda la vita rendendoci succubi della tecnologia stessa…

Lasciami la tua opinione :)