Caro Babbo Natale

babbo_natale…anche se siamo in discreto anticipo, per una volta tanto…, mi permetto di scriverti una letterina. Giusto per essere sicuro di avere quel tempo necessario sia per fartela leggere, sia per averla scritta in tempi non sospetti e quindi svincolato da ripensamenti dell’ultimo minuto…
Intanto vorrei poterti dire che quest’anno sono stato buono…(ma non è così e nemmeno me la sento di garantire sui giorni a venire…), quindi mi limito a dire che sono stato un pò così così… diciamo anche solo così!
Quest’anno, visto le cose come stanno andando, vorrei semplicemente, egoisticamente, che per le persone a cui voglio bene, possano essere garantite loro una buona salute, una discreta serenità di spirito e di vita e infine ci sia per ogni uno/a di loro un desiderio, di quelli belli belli tosti, realizzato.
Vorrei che le persone, in linea generale, riscoprissero il piacere della bellezza del farsi gli auguri con il cuore e non per dovere o per circostanza…, vorrei poter vivere con il giusto spirito il periodo di vacanza… vorrei che le persone che in quel periodo , in modo particolare, devono lavorare, possano farlo con piena energia sopratutto per poter guadagnare tutto ciò che meritano… vorrei che le persone che spesso vengono lasciate ai margino, persone anziane e malate, possano ricevere almeno una carezza sincera, un sorriso e perchè no, cinque minuti di compagnia e di parole di conforto o anche di semplice ascolto… Vorrei che i politici si svestissero del loro ruolo istituzionale e imparassero per tempo a stare in mezzo alla gente, e non per fare campagna elettorale, ma per non dimenticarsi di essere loro per primi appartenenti alla “gente” che, spesso e volentieri prendono per i fondelli come chi nel raccontare bugie a altrui persone per prima cosa se le racconta a se stesso/a auto convincendosi pure di fare cosa buona e giusta… Insomma, via le fette di salame (non di cioccolato) , davanti agli occhi e più esperienza diretta di vita provata e vissuta…
Vorrei che ci fosse più attenzione e meno spreco nelle questioni alimentari, perchè eccedere non fa bene e non alimenta la ripresa ma semplicemente il cestino del pattume e lascia con fame chi invece spera in gesti di condivisione e vero e proprio regalo dal e del cuore… (ristoranti e locali… se avanzate qualcosa di troppo in quei giorni magari pensate a chi è meno fortunato che siano esseri a due o quattro zampe…, in fondo arriverà Natale anche per loro no?).
Ci sono persone che quest’anno, per mille motivi, alcuni anche decisamente tristi e profondi, se lo ricorderanno… specie per la solitudine e il vuoto che intorno a loro si è creato e non per loro volere o volontà ma per un triste fato o destino o non so nemmeno io come definirlo… a loro, te ne prego tanto, porta una carezza anche a cavallo di un alito di vento, ma caldo, che sia in grado di riscaldare a sufficienza quei cuori feriti e che hanno bisogno del giusto sostegno e della giusta discreta ma costante presenza…
Vi sono persone più fortunate che per eventi graditi e gradevoli hanno già tante belle immagini da archiviare per questo anno e che di cose belle ne hanno parecchie… A loro porta un album fotografico in grado di poter custodire gelosamente tutti quei bei momenti che hanno vissuto e fai in modo che possano essere loro di conforto spece se ci saranno dei periodi più cupi… (speriamo di no! ma la vita come ben sai è bizzarra e riserva sempre mille e mille ancora sorprese…)
Per me? Regalami un pò più di pace, serenità, capacità di sorriso e di saper farmi scivolare le tante cose che della vita non sono in grado di farmi scivolare, che siano piccoli o grandi problemi e/o cazzate! Acc! Ecco vedi! Nemmeno nella letterina riesco a essere completamente bravo… scusami…
Concedimi la vicinanza di persone Amiche e che magari non sempre riesco a vivere come vorrei/vorremmo e che con loro si possa ridere, cantare, scherzare e passare momenti unici indimenticabili e di festa pura e vera… perchè sono i momenti che fanno bene al cuore e alla vita…
Dammi la possibilità e la forza di affrontare tutte le prove che, non so ma immagino di dover affrontare…, un pò di ottimismo (che poi dicono che sia il profumo della vita…), un pizzico di menefreghismo (misurato e semplicemente ricambiato verso quelle persone che se lo meritano, perchè è vero che a Natale si dovrebbe essere tutti più buoni, ma distinguersi cercando si essere ciò che si è e non politicamente corretti ..[che poi di cose da dire ce ne sarebbero sul politicamente e abbinarlo al termine corretti…] ce ne vuole…), lasciami mantenere quel pizzico di incoscienza e di vitalità…
Permettimi di avere la giusta lucidità, il mio personale punto di vista, il mio spirito critico e le mie idee… Il rispetto di talune persone, l’invidia e la cattiveria di altre, la semplicità e l’Amore di altre ancora che hanno la Santa pazienza di sopportarmi e supportarmi in questa pazza pazza vita e percorso…
Ora come ora non mi sento di chiederti nulla in regalo di oggetto/i o di materiale ma più una certa plasmatura nemmeno fisica ma comportamentale…
A rileggerla bene sembra più quello che avrebbe potuto dire miss italia sul palco, più che una letterina per Babbo Natale ma si sa i tempi cambiano, le modelle pure, e quindi di conseguenza anche le letterine di Natale…(mi sembra che come logica fili tutto per il verso giusto…)
Concludo quindi scusandomi già sin d’ora se sono in grado di dirti che sotto l’albero che faremo a casa non troverai la consueta fetta di panettone (anche perchè era ai canditi e siccome mi piacciono molto non mi sono sentito di lasciartene una fetta giusto per non appesantirti visto che devi lavorare ancora per chissà quanto quando e se passerai per casa nostra…), forse, ma solo se sarò magnanimo, qualche clementina (di quelle non tanto aspre perchè quelle aspre, e poche in verità, me le godo io…)…  In compenso spero che troverai l’ambiente sufficientemente caldo e gradevole, come a casa, perchè è questo quello che conta… un bicchiere lo lascerò sul tavolo a scelta fra latte o magari del vino (bianco…) per poter affrontare il freddo notturno…
Caro Babbo Natale… forse in questa lettera sarò stato leggermente irriverente e poco lecchino, ma credo che sia giusto così! Meglio essere se stessi anche in questo no? E poi per diventare buoni e bravi c’è sempre tempo dicono…(ma non dirlo a politici o persone di potere perchè altrimenti continueranno a stritolarci e prenderci in giro come già fanno facendoci passare certe cose come belle quando belle non sono per nulla….)
Babbo caro… spero che comprenderai lo spirito di questa mia e davvero… non stare a rispondermi, non portarmi nulla se non che un pizzico di buonsenso e di spirito di vita…. Per il resto dedicati e concentrati alle altre persone che ne hanno tanto bisogno… A me basterà vedere alcune briciole ( ma non troppe mi raccomandi che poi c’è chi giustamente si lamenta, perchè ci tiene a tenere tutto pulito e lindo specie nei giorni di festa…) per sapere che anche quest’anno sei passato e che si è rinnovata quella magia che è il Natale in famiglia e in compagnia…
Buon lavoro caro Natale e a fra un pò!!!
Sempre il solito e riconoscibile: Marco A. Frasson

Buona vita e buon spirito natalizio a tutte/i!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*