Chi sono i vincitori e chi i perdenti?

20140328-004033.jpg
Sono passate poche ore dalla seduta fiume del Consiglio della Valle d’Aosta (o meglio del #consvda) e tante cose sono successe….

20140328-004243.jpg
Al mattino tutti a cercare questo titolo dei giornali che rituonava quanto avvenuto in aula poche ore prima…
Certo la portata della notizia era tale da meritare un titolo così forte…
La notte per alcuni è stata di festa, per altri è stata di interrogativi e interrogatori e per altri ancora di confusione (oltre che di smarrimento,,,)
Ieri, in tempi forse non sospetti, ho posto una domanda a ridosso di un momento tanto breve quanto imbarazzante… Nel momento di stasi per alcuni e di estasi per altri, tuonava una banale quanto spiazzante domanda….
“E adesso?….”
Imbarazzo e silenzio.
E adesso tutti a cercare di capire…
Tutti a chiedersi le mosse e cosa sarebbe accaduto…

Qui mi fermo, per non alimentare ulteriormente il già complicato puzzle o piano di strategie varie degne delle finali mondiali di scacchi o, come amo dire, la partita avvincente del Risiko Made in Vda.

Indubbiamente c’è stato un pullulare di riunioni, di parole dette (e non dette ma strette nei denti e fra lingue serrate), di verità, di mezze verità e di menzogne degne del miglior Collodi dei bei tempi…

La cosa spiazzante, realmente spiazzante, e che tutto intorno continua… e la memoria mi porta a tempi meno felici e ben più impegnativi e tristi…
Vago indietro nel tempo e raggiungo l’anno della tragica alluvione che interessò la nostra Regione.
La sensazione che rivivo è la stessa…
Mentre vi erano persone che erano pienamente coscienti di quanto stava accadendo, vi erano altresì persone che non erano a conoscenza di quanto stavano vivendo coloro che a pochi metri venivano interessati da questo fenomeno alluvionale… Capitava così di incontrare persone in Aosta che erano all’oscuro di tutto ciò che stava accadendo alle popolazioni dei paesi del circondario e che accoglievano le notizie con reale stupore e sorpresa…
Ecco. Mi scuso per il paragone della cosa ma per dare l’idea della portata…la notizia ,stamane, veniva accolta nella stessa maniera…
E mentre c’erano persone che chiedevano della seconda giornata dei lavori del Consiglio (lavori inesistenti in quanto tutti i punti si erano discussi la sera prima….), altre venivano rapite dallo strillone nell’edicola vicino cassa che tanto incuriosiva e portava verso fine mattinata, all’esaurimento delle copie disponibili del quotidiano stesso… (Questo per far capire il desiderio della popolazione di capirci qualcosa…)

Le ore si susseguono e gli eventi pure…
Ciò che si comprende è che al momento, per come stanno le cose, ci siano sia dei ci ti che sei vincitori…

Vincitori coloro che, forse più per interesse personale diretto che per spassionata passione alle vicende regionali, si sono recati a vedere e vivere in loco i lavori del Consiglio stesso, spesso rumoreggiando e facendo trasparire il proprio sentimento che i microfoni non riuscivano a tacere…
Vinti, coloro che da rassegnati, hanno rinunciato da tempo, anche fra gli stessi addetti ai lavori, a provare a capirci qualcosa… (Però già di primo mattino sono corsi a comprare il giornale o hanno espresso il loro e pensiero, la loro idea sul tema…)

Io personalmente resto dell’idea che, sebbene qualche cosa stia fermentando… Non è ben chiaro cosa, anche se le voci che si inseguono sono davvero tante…
E il popolo, curioso , si chiede; “chi sono i vincitori e chi i vinti?” perché non è ancora ben chiara la cosa e si aspettano le evoluzioni e le mosse delle prossime ore…
In attesa di sviluppi il consiglio è sempre quello…. Meditate gente… Meditate….
>

Lasciami la tua opinione :)