Cielo plumbeo..

Un cielo plumbeo, minaccioso… borbotta e tuona sopra la città con gente che viene e gente che va… preludio d’autunno in giornate d’estate con giornate calde ed altre mitigate…

Nuvole che si uniscono in nuvoloni diventando sempre più grossi e apparendo fra i meno buoni… La natura che si esprime per come può in un linguaggio che bene non so…

Eventi strani e straordinari che non rammenti a memoria d’uomo…
Dei nostri comportamenti dovremmo chiedere perdono…
I segnali sono evidenti, la verità stretta fra i denti…

Si è peccato di presunzione e mancanza di rispetto…
La natura c’è lo rinfaccia per dispetto e ci pieghiamo al suo cospetto…
Inutile cercare giustificazioni…
Forse per cambiare dovremmo fare più attenzione…

Io per il momento apro l’ombrello… nella speranza che presto torni il bello….

Buona e giornata bella gente e come sempre… Namastè, Alè!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*