slip-o-boxer-750x400Diciamocelo chiaro. Spesso ci facciamo dei problemi dove non ce ne sono.

Siamo degli esseri particolarmente strani e schiavi di limiti che ci poniamo per mille motivi….

Sono curioso di vedere quante persone verranno incuriosite dall’immagine scelta e arriveranno a fine post magari trovando anche dei buoni motivi per commentare lo stesso (non l’immagine ma il tema trattato!)

...::: Spot - Reclame - Banner :::...

Faccio un esempio banale al quale, magari, avrete già pensato anche voi.

Quanti e quante si sentirebbero in imbarazzo se dovessero andare in giro per la loro città o paese vestiti solo di indumenti intimi? Immagino tutti/e o quasi (ed anche io non sarei da meno…)

Ora ribalto la domanda ponendola in questi termini: andreste mai vestiti di tutto punto in una spiaggia in pieno agosto? (immagino la vostra reazione a questo tipo di domanda…)

In effetti, a ben pensarci, è difficile notare delle persone vestite di tutto punto proprio nelle ore di punta in pieno agosto sotto il Sol leone… (come è altrettanto vero che è ancor più raro notare persone in intimo andare in giro per la città…)

In realtà questo post non vuole scatenare strani o bizzarri comportamenti ma una semplice riflessione su come siamo abituati a pensare…

Lasciate da parte i casi particolari e le differenze macroscopiche (della serie “io indosso intimo particolare che è ben diverso dal semplice costume… un indumento intimo può anche volutamente risultare provocante per trasparenze o per la naturalità con cui lo si indossa a differenza di un costume…)

E’ il pensiero e la differenza che noi diamo accettando i contesti e le situazioni…

Se nulla di male troviamo in chi in spiaggia si mostra con il proprio costume (e c’è chi lo fa anche senza…) magari spendendo non solo tempo, sacrifici alimentari e non e denaro per poterlo fare mostrando una certa forma, andiamo a stupirci se la stessa mise venisse utilizzata in un contesto diverso…

Credo proprio che sia una situazione derivata da diverse culture e da differenti vedute …

Posso portare come esempio la volta che mi sono trovato, per mia curiosità personale e parecchi anni fa, a visitare una spiaggia riservata ai nudisti… Vuoi per imbarazzo, vuoi per curiosità appunto, ci sono andato con il mio costume addosso…

...::: Spot - Reclame - Banner :::...

Bhè! Mi sono dapprima stupito e poi sentito io a disagio nei loro confronti perchè, alla fine, non c’è nulla di male… Non c’è malizia alcuna, non c’è alcuna cosa strana o che non si conosca nè comportamenti che portano a pensare all’esibizionismo o altro…

Ecco dunque un esempio di come sia importante come vengono percepite le cose e come queste vengono contestualizzate secondo la nostra cultura e/o insegnamenti ricevuti nel tempo…

Per capirci… Se si frequentassero alcune zone dell’Africa dove non vi è alcuna vergogna a vivere con tutto al vento, per noi sarebbe bizzarro anche solo esserci e prendere visione della cosa, percependola come cosa (magari per noi) non naturale, corretta o normale… mentre per loro (ed è naturale che sia così…) quelli non a posto o non  naturali siamo noi…. (chiaramente ai loro occhi….)

E’ sicuramente un discorso ben più lungo, che meriterebbe essere affrontato e approfondito a dovere…

Mi riprometto di farlo se la cosa può interessare e anche in base ai commenti a questo post diciamo di introduzione al tema…

...::: Spot - Reclame - Banner :::...

Comunque, che siate in costume, in intimo, vestiti di tutto punto o meno… buona giornata e buona vita bella gente….

2 pensiero su “Differenti vedute…”
  1. E’sempre una questione di buon senso credo, ma anche di adeguarsi alle regole o di non giudicare chi le trasgredisce…come le donne con il burka in piscina. La tolleranza non guasta mai.

Lasciami la tua opinione :)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.