Dite pure quel che volete….

ce5c0c2b63b20d9b2370742c0ffc28ea…per me Michael Jackson era un grande artista. Lasciate perdere tutte le vicende più o meno giuste che lo hanno visto coinvolto con la cronaca… (su cui per alcune cose nutro seri dubbi…)

Quando una persona raggiunge quei livelli, sia di notorietà che di popolarità, oltre a sbagliare è di sicuro sotto la lente di ingrandimento per qualunque cosa dica, faccia o altro…

Non voglio quindi nè osannare la persona, nè giustificare quanto lui possa aver fatto o meno come tale… (che poi non spetta nemmeno a me esprimermi su questo aspetto…)

Voglio parlarvi dell’Artista e di quanto mi ha trasmesso con il suo talento di cantante e show man…

Lui come molti altri dell’epoca della musica fiorente e non banale, sono stati indubbiamente dei precursori e folli nelle loro creazioni, nei video e nei contenuti di quanto trasmettevano….

Vi parlo di DANGEROUS. Un LP (per chi ancora se  li ricorda…) o CD assolutamente innovativo per aspetto, musica e non solo…

Partiamo dalla copertina…

michael-jackson-dangerous-album-coverPer la copertina dell’album Dangerous Michael Jackson contattò il celebre illustratore Mark Ryden. Pare che gli diede solo alcune indicazioni di base. Gli chiese di utilizzare tutto ciò che aveva sentito dire su di lui per riempire di particolari uno strepitoso disegno con immagini e simboli della vita della star per comporre una sorta di luna park visionario.

Nel complesso questa illustrazione finale è il risultato di un mix di situazioni e di ambienti diversi, un teatro, un altare, un luna park, un circo e un quadro sacro.

Quello che prende corpo è una enorme composizione che ricorda la facciata di un edificio barocco o una giostra dell’orrore, classica attrazione che si trova in ogni luna park. Questa giostra è composta da un tunnel diabolico che entra da sinistra ed esce da destra  facendo un tour in un ambiente tetro, cupo, oscuro, freddo, una sorta di fabbrica degli orrori, una zona industriale che produce abomini alla quale si accede da una porta che reca un cartello, simile all’entrata di Auschwitz, con la scritta “Dangerous”, il titolo all’album e un monito per coloro che varcano la soglia.

Album tanto atteso… Il 26 novembre 1991 usciva…

Ho avuto occasione di suonarlo in radio tante e tante volte… me ne innamorai da subito…

Ho ricordi di quando lo mettevo in onda, anche verso sera e scendeva la neve e la cosa e l’ascoltare queste note mi riscaldava il cuore e mi dava delle belle vibrazioni e sensazioni… ed ero felice di trasmetterle, a mia volta, via etere alle altre persone, con la speranza di riscaldare anche i loro animi e cuori….

Una delle canzoni a cui sono più affezionato è “Will you be there”… e non nella versione “radio” ma nella versione originale che difficilmente viene proposta sia per la sua lunghezza che per la sua particolare forma sonora… si parte da un coro per poi terminare con Michael che quasi sussurra in un crescendo incredibile di emozioni…

Vi invito ad ascoltarlo magari leggendone anche la traduzione che vi allego…

Voi ditemi pure quel che volete… Per me era un grande Artista… unico nel suo genere e ancora di lontanamente vicini al suo talento non ce ne sono… (ribadisco senza voler parlare dell’uomo e delle sue vicende personali….)

L’invito è quello di farvi rapire dalla musica e da quanto può trasmettere…

“Will you be there” – Sarai lì (traduzione)

Tienimi
Come il fiume Giordano
E allora ti dirò
Sei mio amico

Trasportami
Come se fossi mio fratello
Amami come una madre
Sarai lì?

Quando sarò sfinito
Dimmi mi reggerai?
Quando in torto, mi influenzerai?
Se perso mi troverai?

Ma mi dicono
Un uomo dovrebbe essere fiducioso
E camminare quando non può
E combattere fino alla fine
Ma io sono solo umano

Tutti stanno prendendo controllo di me
Sembra che il mondo
Ha un ruolo per me
Sono così confuso
Mi fai vedere
Che sarai lì per me
E ti occuperai abbastanza di sostenermi

(Tienimi)
(Poggia la tua testa)
(Dolcemente e poi audacemente)

(Tienimi)
(Amami e nutrimi)
(Baciami e liberami)
(Mi sentirò benedetto)

(Trasportami)
(Trasportami audacemente)
(Sollevami lentamente)
(Portami lì)

(Salvami)

(Curami e lavami)
(Dolcemente mi dici)
(Sarò lì)

(Sollevami)
(Sollevami lentamente)
(Trasportami audacemente)
(Dimostrami che te ne importa)

(Tienimi)
(Poggia la tua testa)
(Dolcemente e poi audacemente)
(Portami lì)

(Abbi bisogno di me)
(Amami e nutrimi)
(Baciami e liberami)
(Mi sentirò benedetto)

Nei nostri momenti più bui
Nella mia disperazione più profonda
Ti occuperai ancora di me?
Sarai lì?
Nelle mie prove
E le mie tribolazioni
Nei miei dubbi
E le mie frustrazioni
Nella mia violenza
Nella mia turbolenza
Nella mia paura
E le mie confessioni
Nella mia angoscia e il mio dolore
Nella mia gioia e il mio dispiacere
Nella promessa di domani
Non ti lascerò mai andar via
Perché sei sempre nel mio cuore

… Canzone davvero stupenda…poi voi dite pure quel che volete…

Buon ascolto e buona e serena vita bella gente….

Lasciami la tua opinione :)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: