Enzo Jannacci – Un saluto.

Enzo Jannacci

Io Enzo Jannacci l’ho conosciuto!

In occasione del Festivalbar che si tenne ad Aosta. Il ricordo che conservo è quello di un artista pacato, disponibile e sempre molto gentile. Una persona semplice non montata ma un comune personaggio famoso.

Quando da ragazzino lo intervistai non mi trattò male , come si poteva pensare vedendo un ragazzino con un microfono che si avvicina per chiedere una intervista… La gentilezza, la calma, nonostante la stanchezza di aver appena finito le prove del brano sotto un Sole cocente e un pubblico che amplificava tale calore, non trasformò Enzo in uno di quei tanti “Vips” che se la tirano!

Concessa l’intervista mi diede ancora appuntamento alla serata della registrazione della puntat per poi scambiare due chiacchere al termine della registrazione.

Nutro un caro ricordo di una persona gentile nei miei confronti e questo mi basta per salutarlo con rispetto e con un pizzico di amarezza nel cuore perchè…”si potrebbe andare tutti quanti al suo funerale… vengo anche io… no tu no!….”

Ciao Enzo, grazie delle tue canzoni, della tua opera di medico e della tua disponibilità…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*