Fiera di S. Orso – 2017

Anche per quest’anno la fiera è passata!

Quanta gente, quante storie, avventure e disavventure varie…

Quante foto hai fatto Marco? Tantissime direi! Direi che sono sull’ordine delle 3000 circa, che scremate, (tanto e facendo difficoltà) sono scese a circa 100 per il video postato e a 230 per quel che riguarda Instagram…

Numeri che sono infinitamente piccoli rispetto a visitatori, scultori (di ogni genere e tipo o categoria), persone adibite al servizio pubblico, al soccorso, ai volontari, ai simpatizzanti e a tutti/tutte quelle persone che hanno lavorato per far si che questi giorni scorressero nel miglior modo possibile…

Dal canto mio, posso dire di aver apprezzato tanto tutte le opere e di aver cercato di catturare, con la macchina fotografica e con obiettivo, anima, spirito e aspetti diversi di questa edizione della foire.
Fra le foto più belle, questo scatto!

Un bimbo che voleva andare a giocare con gli animali finti posti all’ingresso del padiglione centrale in piazza Chanoux ad Aosta.

La mamma lo trattiene dal passare la zona interdetta e lo prende in braccio… Il bimbo parte in un pianto straziante, da reale disperato perchè voleva ritrovarsi fra le marmotte, i cani, l’orso e tutti gli altri animali…

Provando a parlagli e a consolarlo, osservo la sua espressione davvero delusa e in un attimo chiedo alla mamma se posso immortalarla… avendo ricevuto il suo benestare, congelo quel viso in questo scatto…

Ecco il vero spirito della fiera! Non ci sono polemiche, commenti di adulti che tengono a quanto può accadere in una manifestazione del genere…

Quel bimbo desiderava andare fra gli animali, accarezzarli, rendersi conto che realmente erano in legno e non veri… Merito di chi ha organizzato quello spazio, ha alimentato la fantasia di un bimbo, lo ha fatto sognare… e questo paga ogni polemica o cosa utile per crescere per la prossima edizione, facendo tesoro delle criticità o problemi che possono essersi creati in questa…

Un particolare ringraziamento agli artigiani che si sono prestati con le loro opere a far conoscere ed apprezzare, come spesso fanno, il loro lavoro, le peculiarità del lavoro tradizionale a mano… del loro estro, della creatività, del radicamento alle tradizioni, del voler andare anche oltre alle classiche lavorazioni…

Grazie per aver dimostrato come si arriva al prodotto finale, a quanta cura, passione, lavoro ci vuole per raggiungere un risultato da presentare poi in fiera…

Grazie anche a chi ha riprodotto opere già presentate in passato ma sempre belle, valide, difficili magari da piazzare sul mercato, vuoi per le caratteristiche, dimensioni e spesso per i costi…

E un particolare ringraziamento a coloro che questa Fiera la hanno camminata, vissuta fra il freddo mitigato di questi giorni, che hanno partecipato alla caratteristica veillà, appuntamento imperdibile per espositori e estimatori di cantine e di quello spirito di festa che accomuna e unisce anche pensieri e storie diverse…

Ecco a voi il video con le foto (100) selezionate per il ricordo di questa edizione della fiera…

Grazie a tutti tutte e appuntamento alla prossima edizione…

Buona giornata e buona vita bella gente…

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*