I doppia faccia

Ritornano ciclicamente in voga i doppia faccia. Mi son reso conto che non ci sono solo per gli onori della cronaca ma anche nella mia vita personale.
Nei delitti eccellenti, quelli che “guadagnano” gli onori della cronaca. Chi sono?
Sono quelle persone che mostrano una faccia molto casta, molto pulita, nascondendo invece una natura diversa che spesso non emerge e in alcuni casi, quando lo fa, degenera…
Fate caso alle ultime vicende di cronaca , sia locale che nazionale, in cui vi sono coinvolte delle persone definite “insospettabili”…Ecco che nei commenti delle persone intervistate emerge la faccia, il lato buono e conosciuto, mentre gli eventi evidenziano l’esistenza del lato oscuro.
Anche nelle amicizie, nella nostra cerchia ristretta… Quante si dimostrano essere per quello che sono realmente e quante le persone con una doppia faccia? Pensateci! Persone che magari quando avevate bisogno o vi rivolgevate a loro nemmeno vi consideravano e quando invece sono loro ad avere bisogno di voi, allora fanno finta di interessarsi a voi e le vostre vicende? Ecco rivelata la natura dei doppia faccia!
Credo che in ogni persona ci sia una doppia facciata, più o meno evidente.
Voi ne conoscete di persone così? Siete riusciti/e a individuarle? Come vi comportate nei loro confronti?
Sono curioso di sapere il vostro punto di vista e le vostre esperienze.
Namasté Alé

 

6 Replies to “I doppia faccia”

  1. Intanto grazie per la visita da me.

    Nell’antichità si sarebbero chiamati Giani Bifronti, ma io ho trovato persino i multipli, ad esempio, uno come marchionne né sa indossare almeno cinque, e non è il recordman.

    Hasta
    Zac

  2. Più che doppia faccia io li chiamerei “ipocriti”. Perché questo sono, nient’altro. E il mondo è pieno zeppo di ipocriti, e di ipocrisia. Anche noi talvolta lo siamo un po’, per quieto vivere, per convenienza, per non offendere l’altro…pensaci, quante volte dici una cosa ma in realtà vorresti dire ben altro? E’ la nostra società che a volte ci impone di fingere di essere ciò che non siamo. L’importante è riconoscerlo e sapersene difendete.

  3. Purtroppo succede di avere dei finti amici. Che si ricordano solo nel momento del bisogno, ma un semplice “come stai” non esce mai dalla loro bocca.
    Parlo per esperienza; ma ora che conosco bene certe persone, cerco di non farmi travolgere dai loro problemi e mantengo una certa distanza di sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*