Il cammino interrotto…

cammini…dopo una stagione passata a compiere i primi passi trotterellanti… ecco l’autunno… preannuncio d’inverno.
Dalla posizione privilegiata in cui mi trovo, vi osservo… Vi guardo e mi chiedo fra me e me quanto tempo ci vorrà per farvi passare questa sbornia di dolore…
Cadono le foglie dagli alberi per lasciarsi nudi di ogni forma di vita evidente agli occhi superficiali di chi, passando, immagina nature morte e inanimate…
Il tappeto di ricordi che si presenta sul terreno, mostra quanto possa essere variopinta e diversa anche la nostra vita… le varie sfumature delle foglie che, mano a mano hanno abbandonato la loro fonte naturale di sostentamento, dimostrano tempi diversi di azione e reazione ai vari eventi e prove a cui sono state sottoposte… Il vento, il passaggio del tempo, l’avvento del freddo e tutti gli altri fattori…
Non resta che un variopinto tappeto a ricoprire il binario abbandonato di una vita a fondo cieco… I colori si fanno cupi… Immaginatevi se d’improvviso il paesaggio fosse in bianco e nero… Tutte le sfumature della vita si mescolerebbero in tonalità di difficile interpretazione e comprensione…
Il tempo, freddo, cinico e poco diplomatico, ricoprirà tutte queste emozioni come fitte nevicate… Tutto verrà restituito al candore, ai colori misti fra il bianco e il freddo gelido che nel cuore si andrà a provare con l’avvento dell’amarezza e della coscienza che cercherà di cancellare la traccia di quei ricordi a terra caduti…
Il passaggio della stagione apparentemente candida, fredda nel cuore e dal ruolo triste di cancellino di una lavagna mai terminata di scrivere…sarà quello di pulizia…
Un tentativo estremo di restituire una lavagna pronta nuovamente a scrivere una nuova storia… pulita, seppur segnata in profondità da quasi impercettibili righe rimaste dal passato…
Sarà dunque arrivata la primavera… la stagione in cui, ciò che appariva desolantemente perduto/a, irrimediabilmente privo di ogni fermento di  minima vita, tornerà, con grande forza di volontà, a mostrare la sua magia…
Germoglierà ancora qualche timida e tenera foglia da quei rami apparentemente abbandonati al loro destino e ciò dimostrerà, ancora una volta, che il ciclo continua… che nulla in fondo è impossibile… che crederci non fà male… mentre lo fà osservarsi alle spalle e continuare a versare amare lacrime sul passato…
Un abbraccio dunque a voi che patite questa stagione… un invito a scacciare i pensieri brutti e a dare speranza e giusta forza per alimentare quelli belli… perchè la vita, per quanto complicata e talvolta bastarda sia, è talmente bella da vivere che merita ogni attenzione possibile e immaginabile…. un cammino che da interrotto possa riprendere come deve…

…dedicato a tutte le persone che soffrono, rinchiuse in pensieri tristi, con la speranza che questi possano presto essere spazzati via e torni nei loro cuori e nelle loro menti un cielo sereno e splendente, di quelli che meritano di ammirare e vivere…

Buona e serena vita bella gente! Buona vita!

6 Replies to “Il cammino interrotto…”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*