In fumo

politicabeffardaL’ho già fatto altre volte ma ancora una volta esprimo il mio pensiero sulla questione fumo… Non giustifico il fatto che obblighiate a far scrivere sui pacchetti di sigarette “il fumo nuoce gravemente alla salute”… il tutto a caratteri cubitali… per spaventare… come mezzo deterrente… e poi… guarda guarda appena più sù..in piccolo che compare??? Thò!… la scritta MONOPOLI DI STATO… Quindi ???… invece di tutelare la mia salute (e quella di amici e conoscenti)… autorizzate le rivendite per mezzo di distributori automatici…(che di sicuro non guardano l’età del compratore o quantomeno ben pochi…), aumentate di tanto in tanto le tasse sulle sigarette (come giustificazione si usa il voler inserire un deterrente che colpisce le tasche…, mentre biecamente ci si approfitta del fatto di aver radicato nel tempo un vizio irrinunciabile…), inserite limitazioni per locali in cui è permesso fumare o meno ( o obbligate locali pubblici a sottostare a regole che nemmeno in “certi” luoghi vengono rispettate o fatte rispettare….), stabilite sanzioni pesanti verso chi non rispetta le regole ma poi ci si dimentica di farle rispettare perchè … in fondo che male c’è???? Ci si impegna a sconfiggere il contrabbando ma poi… sotto sotto rimane (lo sappiamo tutti…) ….
SIAMO IN ITALIA…..
Esistono realtà, non poi così distanti da noi, che si comportano in maniera nettamente diversa…..
Paesi in cui le tasse sui pacchetti di sigarette servono a finanziare cliniche dedicate a chi viene colpito dal cancro causato dal fumo ( come in una sorte di autofinanziamento, di autotassazione )
Paesi in cui le regole vengono fatte rispettare e non si aspetta che scappi il morto o ci sia (anche per la lungaggine dei tempi processuali di nostri processi) una sentenza memorabile di cui si parli per pochi giorni…
Paesi in cui è realmente vietato vendere ai ragazzi/e giovani le sigarette… e si vigila che questo non avvenga….
Questo per esempio avviene in America….Tempi sempre piu’ duri per i fumatori newyorkesi che presto dovranno pagare anche piu’ di dieci dollari per un pacchetto di sigarette. “Speriamo cosi’ di spingere sempre piu’ persone a smettere di fumare” ha dichiarato Michael Seilback, membro dell’American Lung Association per lo stato di New York, commentando l’aumento delle tasse che verra’ applicato a tutte le sigarette in vendita nello Stato, a seguito dell’approvazione della legge statale per la tutela della salute dei bambini.
Sulla base della nuova misura dal prossimo primo aprile, i due terzi del costo del pacchetto di sigarette nello Stato di New York sara’ formato da tasse federali, statali e cittadine.

Lo dico in serenità, lo dico con rispetto, lo dico come non fumatore… eppure, nonostante tutto, mi irritano tutte le ipocrisie che girano attorno al pacchetto di sigarette…senza tener conto che con o senza filtro ci si approfitta di chi non riesce più a farne a meno…

Mi dispiace non mi riconosco in questa logica che logica non ha… che non può giustificare regole non rispettate e illogicità quantomeno dubbie…

Vi difendo dal male (con regole a proposito), vi avverto (con scritte cubitali), vi demoralizzo (con tasse in merito), vieto che vi vendano le tarocche…(ovvero il contrabbando) e poi??? ve le vendo mettendoci il marchio….

Viva la coerenza…..

Questa è una delle tante occasioni in cui non mi sento rappresentato da VOI politici italiani!

Buona vita e buona giornata!

Lasciami la tua opinione :)