In Italia? Calcio!

CalcioNon stupiamoci di come vanno le cose nel nostro Paese…
Mentre in America le principali parole cercate sul web in questi giorni riguardano il prossimo appuntamento elettorale, da noi in Italia (fonte Google Trends) si va alla ricerca di notizie (da giorni non solo da oggi) legate al mondo del calcio! E non si parla solo del pancione di Ilaria d’Amico (che nel vederlo anche il Presidente Ferrero mi sa che si è emozionato e un pò dispiaciuto…) Si parla di risultati, polemiche, arbitri, errori, acquisti, allenatori e tutti improvvisamente si diventa Ct delle varie squadre.. Una volta si aspettava la prima di campionato per dare il via alla raccolta delle figurine, agli scambi e alla ricerca spasmodica delle figurine più rare, per le quali c’era una trattativa che arrivava a essere quasi estenuante… Oggi, con l’avvento delle tecnologie, tutti a scoprire e scorrere i vri pagellini di giornali per il fantacalcio…

A dirla tutta, in verità, si parla dei milioni degli ingaggi di questo o quel giocatore… non si parla degli immigrati perchè intristiscono solo e poi…cosa vuoi che siano più di tremila sbarchi in un giorno solo… ma dai su!Profughi bimbi Oramai anche i telegiornali non fanno più notizia con queste cifre… annoiano solo no? ( 3.ooo x 365 =1.095.000 giusto per fare due righe di conti..) [preciso che sono sarcastico quando dico queste cose perchè non vorrei essere preso sul serio mentre derido il nostro sistema di notiziari e informazioni…] Per veder trattati di questi temi si deve andare oltre la 53° posizione… e ancora le altre si occupano di tutt’altre notizie (prettamente calcio…)…

Perchè dunque spostare l’attenzione sul viso di questa bambina che grida , e non perchè tifosa o perchè la sua squadra del cuore ha perso la partita di esordio di un campionato di calcio (di qualunque serie esso sia…)…E mentre in €uropa, la tanto attenta €uropa, si permettono costruzioni di barriere con filo spinato (come da foto), o muri di confinamento che tanto richiamano alla memoria una terribile storia recente di cui ancora non sono ben emarginate le ferite, specie per chi porta inciso sulla propria pelle e vita una sigla, un numero identificativo…, in Italia parte il campionato di calcio e tutto si trasforma… si rientra dalle ferie e si è pronti a veder ripartire lentamente tutto ciò che in queste settimane si era fermato… Ripartiranno le polemiche sulla scuola, sui contratti fermi da tempo nei rinnovi e adeguamenti, sulle pensioni, sulla politica, sulle tasse…

Per alcuni risuonano le campanelle già in questi giorni… sono quelle degli stabilimenti che segnano i turni per lavorare… a breve quelle delle scuole segneranno le ore dedicate allo studio (e non…) e tutto prenderà lentamente forma e ricomincerà a muoversi… fra il traffico ritrovato delle città, i mezzi che sono scarsamente validi e fruibili da chi lavora e studia, la politica che continuerà con i suoi storici balletti di apparenza in attesa di sostanze in grado realmente di ridare fiducia in un Paese che invecchia senza generare un ricircolo perchè poco fiducioso nel futuro prossimo e non per questioni di lessico… ma di denaro… Non si tratta di cognugare le frasi in maniera corretta, si tratta di riuscire a sbarcare il lunario fra le mille sorprese che da qui a fine anno ci troveremo, chi più chi meno, a dover affrontare….

E se uno studio smentisce apertamente la famosa frase “l’ottimismo è il profumo della vita…”, noi scopriamo di essere naturalmente portati al pessimismo… si quello del dire “bhè se gli arbitraggi sono così alla prima di campionato , sappiamo già come andrà a finire…”

…peccato che non riusciamo ad essere così efferati e premonitori sul nostro destino di italiani… e mi ritorna tristemente in mente la figura che ben oltre quaranta anni fa il buon Paolo Villaggio ha portato alla ribalta nella figura del ragionier Ugo Fantozzi…

Da ragioniere quale sono, rimango solidale con la rappresentazione dell’italiano medio rappresentato anni fa e che, adattato ai giorni nostri, poco si discosta dalla nostra attuale situazione…

Che dire bella gente? Iniziamo insieme una nuova settimana? Massì…facciamolo insieme, un pò come Filini e Fantozzi…e speriamo solo che non ci tocchi partire alla bersagliera….

Buona vita bella gente, buona , serena e sorridente vita… (calcistica e non…)

3 Replies to “In Italia? Calcio!”

  1. Io l’ho iniziata abbastanza incanzzata!!!!
    Altro che calcio, sport che amo ma che seguo sempre meno per i tanti schifosi ingaggi mega pagati mentre i problemi sono ben altri…

Lasciami la tua opinione :)