Io ho votato (anche questa volta)!

Anche per questa tornata elettorale ho effettuato la mia scelta di cittadino e sono andato a votare!

Mi piace riproporre (tratto da Wikipedia) un discorso che riesce sempre a emozionarmi e non tanto per il contenuto politico quanto per il suo significato che riesce sempre a emozionarmi…

  • Don Camillo: Cittadini! Non dimenticate: lista Peppone, lista Baffone [Stalin]! Chi vota colomba [il simbolo della lista di Peppone] si scava la tomba! Fine! Tra qualche istante ascolterete, sulla piazza, la voce della Russia! [riferendosi al comizio di Peppone] 
    Peppone: Però prima ascolterai quella di Peppone! 
    [Poi Peppone inizia il comizio di chiusura della campagna elettorale] 
    Cittadini, lavoratori… [applausi] Prima di presentarvi il compagno indipendente avvocato Cerratini … [brevi applausi] Voglio dire due parole alla reazione clericale, atlantica, guerrafondaia che tutti ben conosciamo!… [applausi] Per tutti i corvi neri che parlano di patria, [Don Camillo: «Signore, trattenetemi!»] di sacri confini minacciati e altre balle nazionaliste, noi diciamo che la patria siamo noi, la patria siamo noi, la patria è il popolo!… [applausi] E questo popolo non combatterà mai contro il glorioso paese del socialismo, che porterà al nostro proletariato oppresso la libertà e la giustizia!… [applausi] E voi giovani che andate nelle barbare caserme direte a coloro che tentano di armarvi e di usarvi per i loro sporchi interessi, direte che non combatterete! Direte a coloro che diffamano i lavoratori… [Don Camillo mette a girare un disco e dai megafoni del campanile si sente uno stropiccìo] Direte ai calunniatori del popolo… [inizia la Canzone del Piave] Direte che i vostri padri, hanno difeso la patria dal barbaro invasore, che minacciava i sacri confini! E che noi del ’99 che abbiamo combattuto sul Monte Grappa, sulle pietraie del Carso, e sul Piave, siamo sempre quelli di allora! E allora, quando tuona il cannone, è la voce della patria che chiama [Cerratini cerca di fermarlo ma Peppone senza badargli lo allontana con una manata], e noi risponderemo: presente! [Don Camillo ripete: Presente!] Noi vecchi, che abbiamo sul petto le medaglie al valore, conquistate sul campo di battaglia, ci troveremo allora, a fianco dei giovani, e combatteremo sempre, e dovunque! … [applausi] E getteremo l’anima, oltre l’ostacolo! E difenderemo i sacri confini d’Italia, contro qualsiasi nemico, dell’occidente e dell’oriente, per l’indipendenza del paese, e al solo scopo del bene indissolubile, del Re e della Patria! viva la Repubblica, viva l’Esercito!” [ovazione sulle note della Canzone del Piave, anche don Camillo applaude]

One comment on “Io ho votato (anche questa volta)!

  • tachimio , Direct link to comment

    Splendido . Ogni volta che rifanno il film in tv, pur sapendolo a memoria lo si guarda sempre. Un pezzo memorabile che commuove. Grazie. Isabella

Lasciami la tua opinione :)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: