Solitamente si viene avvisati (almeno così doveva essere fino a poco tempo fa), da cartelli che segnalano lavori in corso e in certe situazioni anche di possibili eventuali code.

Buona abitudine e regola era avvisare per tempo gli utenti di talune strade trafficate o popolose/popolate, di eventuali disagi che i lavori, per quanto previsti, avrebbero potuto creare all’utenza.

Pare che in città come Aosta questa buona abitudine si sia perduta o si dia per scontata. (ma non solo per Aosta sia chiaro!)

...::: Spot - Reclame - Banner :::...

Ci si imbatte così in cantieri sparsi che rallentano, modificano inevitabilmente percorsi o portino a un ritardo insensato e code lunghissime, poi sempre nelle ore più critiche, di automobilisti che mutano il loro umore in medio a pessimo.

La cosa più strana e atipica è che in altri luoghi d’Europa, ma anche della nostra stessa Italia, taluni lavori vengono svolti in orari notturni, quando il traffico normale non può patirne e non si arrecano problemi alle persone soggette al rispetto di orari per andare a lavoro o per altre attività.

Ciò che più stupisce è che talune lavorazioni erano già state fatte proprio in periodo serale/notturno senza arrecare tutti i disagi che invece in questi giorni si vivono nella medesima città.

Ok! E’ vero che Aosta è piccola (e ancora mi viene da ridere al pensiero che alcune persone volevano farne al suo centro una metropolitana, quando bastano 5/10 minuti per attraversarla tutta a piedi…), ma da qui a impiegare 25 minuti per percorrere poco meno di 300 metri è un pò troppo non credete?

I lavori? Certo se si fanno ben venga che abbiano il loro svolgimento ma con il rispetto che si dovrebbe anche nei confronti di coloro che egualmente devono andare a lavoro e che, in mancanza di adeguata informazione o segnalazioni (fa ridere in una società che dovrebbe essere digitale o digitalizzata), vivono un disagio non da poco.

Senza tener conto di quelle strutture che sono pronte per essere aperte ma non vengono utilizzate e restano lì in attesa… Vedasi parcheggi pronti in centro città, ampi e nuovi ma bloccati, vedasi attraversamenti per raggiungere l’ospedale senza dover percorrere strade o circumnavigare cantieri eterni aperti da anni….

Di sicuro ci saranno spiegazioni per tutte queste cose. Peccato ritrovarsi sempre nel bel mezzo dei disagi, che ci possono anche stare, ma solo se si permette all’utenza di poterli gestire e di organizzarsi e non di trovarsi volenti o dolenti in una situazione senza vie (nel vero senso della parola) di sbocco o alternative percorribili e utilizzabili…

Ah! A proposito! Anche io ho effettuato dei lavori allo spazio web. Ma tranquilli/e! Non correte rischi di code o disagi (al momento) nella sua fruizione!

Mai dovesse capitare, spero di potervi informare per tempo!

Namastè bella gente e buona prosecuzione!

...::: Spot - Reclame - Banner :::...

Lasciami la tua opinione :)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.