#madeinvda 2019

#madeinvda adesso tutti/tutte parlano e sparlano quando prima tutto si taceva per mille perché, per mille come, ma, se, però o chissà ancora per quale motivo…

Legittimati/e dalla presenza di inchieste e non per senso civico o del comune pudore o per rispetto, e non degli accordi, ma del compito di rappresentare tutti, non solo chi li ha scelti, ma anche coloro che non hanno posto nessuna crocetta sulla scheda ma ora sono disposti/e a mettere in croce (ricordando più il ruolo di Pilato, che quello più logico del popolo…)

Chi senza sapere, chi sapendo e magari tacendo, chi indifferente e chi deluso/a o stupito/a di tutto o di nulla perché magari in fondo se lo aspettava….

Chi ha o avrà ragione e giustizia (quella vera è propria?) ???

E chi lo sa?!??

Dicevano i vecchi (senza dubbio più saggi di me e di noi…) che l’unico ad avere ragione sugli uomini è il tempo….

Il tempo, proprio nel tempo, riesce a dimostrarsi sempre e comunque un gran signore…a dispetto delle persone, delle loro parole, gesti, comportamenti, scelte, azioni, giudizi e pregiudizi…

E allora che il tempo, a braccetto con la giustizia, facciano il loro corso… e poi si vedrà…

Solo allora (forse) si arriverà a capire chi ha (s)parlato e chi aveva ragione….

Intanto il tempo passa…

Lo sanno bene coloro che per un motivo o per l’altro ne hanno già avuto a che fare in precedenza….

Chissà poi che questo serva quando, al tempo, saranno proprio le persone chiamate a esprimersi nel confidare o meno la propria fiducia in coloro che saranno chiamati/e alla loro rappresentanza (un po’ come nelle riunioni di condominio..)….

Chissà che questi eventi servano a far capire che rimanere indifferenti non serve a nulla ma anzi peggiora solo le cose (a tutte e tutti….)

…detto questo, torno al mio silenzio sulle vicende, in attesa degli sviluppi e che scorra il giusto e doveroso tempo a braccetto con la giustizia è che magari, alla fine del loro percorso, sia più nitida per me come per tutti, una possibile scelta futura…senza doversi per forza accontentare del meno peggio o dover addirittura rinunciare a scegliere (come la maggior parte delle persone fa…)

Io non intendo rinunciare al mio diritto di espressione (di voto e di parola) a costo di sbagliare e non volutamente ma da ignorante (ignorando tutto quanto realmente accade e di cui non mi è dato sapere se non da giornali o media vari…)

Con l’augurio che nessuno/a si senta offeso/a da questa pacata e rispettosa riflessione in quanto, a tutti gli effetti, coloro che dovrebbero sentirsi offesi di tutto ciò, siamo noi che assistiamo a tutto questo da cittadini ed elettori ed elettrici di cui faccio parte.

Serene e buone feste a tutte e tutti voi….

Esprimi il tuo giudizio sul post

Lasciami la tua opinione :)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: