Poker di Papi…

pokerEcco gli Assi con la tunica!

Non voglio essere irrispettoso! (nel caso me ne scuso anticipatamente invitandovi a leggere fino in fondo…)

Tutti si sono sbizzarriti nelle ultime ore… 4 Papi in Roma.. (scusate, due vivi e due morti…)

In occasione dell’evento (più mediatico che eclesiastico) che ha interessato Roma e la civiltà cattolica (se di civiltà cristiana si può parlare riferendoci a coloro che lasciando la Capitale hanno pensato bene di lasciare anche i segni del loro passaggio…), i media si sono lasciati andare alle più svariate descrizioni dello stesso.

Sui vari palinsesti sono fioriti come funghi in autunno film tematici, speciali di vario genere e di dubbio gusto, serate e film che richiamavano le figure dei vari protagonisti anche tirandoli in ballo in situazioni a dir poco credibili… tanto da rasentare una offesa rivolta proprio a quelle persone che si Santificavano e veneravano (specie da quei veri ferventi e rispettosi credenti che hanno realmente vissuto l’evento con il dovuto rispetto!)

Serbo in me un rcordo per ogni Papa.

Di Giovanni XXIII ricordo di aver percepito la voce dalla televisione e di aver sentito la fatidica frase riferita all’andare a casa e dare una carezza ai proprio bambini e una parola di conforto….

Papa Giovanni Paolo II lo ricordo realmente bene! Ricordo l’insediamento e quel ” se mi sbaglio mi corriggerete “, mi ricordo del momento in cui gli hanno sparato, quando ha aperto le porte nel 2000, quando è venuto in Valle, sofferente e ancor di più il suo ultimo Angelus nel quale con estrema difficoltà e con un filo di voce decantava la magia e la Pace che la montagna sa dare a chi sa ascoltarla, rispettarla ed aprezzarla. RIcordo gli ultimi momenti e l’attesa della notizia del suo ritorno al Padre, davanti a uno schermo televisivo con una candela accesa e le lacrime che si  incastravano in gola quasi soffocandomi… Indubbiamente un “mio” Papa.

Papa Ratzingher. Che dire… difficilmente compreso… poco amato (quanto meno da me), freddo, metodico e poco incline al contatto umano (forse perchè chiamato a fare quel “lavoro sporco” di pulizia nella Chiesa adombrata dall’onta dei pedofili e dei mille scandali emersi negli anni del suo pontificato). Ricordo di averlo potuto osservare in diverse occasioni, specie quando giunto in Valle, (in momenti storici difficili e a rischio di attacco terroristico…) in occasione della recita di un Angelus in quel di Les Combes, si è fatto porre di spalle nei confronti della gente che dal primo mattino lo aspettava, per poter benedire quei pochi eletti che avevano la possibilità di proferire con Lui (con la delusione e l’amarezza di coloro che hanno affrontato ore e giorni di viaggio anche solo per condividere con Lui la gioia di quei momenti…)

Papa Francesco è subito entrato nel cuore di tutti per semplicità e desiderio di innovare una Chiesa rimasta incastrata su tradizioni e rituali che sono ampiamente superati… Difficile capire che occorre spalancare le finestre e far entrare aria nuova, dare una mano di bianco alle pareti; far respirare nuove energie e rendere più umano il rapporto fra Clero e Popolo…

Un bel poker d’assi indiscutibili (per non essere da meno di firme ben più nobili della mia) ma ancor più 4 uomini che hanno saputo, nel bene e nel male  (ma ancor più nel segreto del loro operato) segnare inesorabilmente la storia di ogni persona con cui hanno avuto a che fare o che hanno incontrato nel loro percorso.. Dalla persona più povera di oro ma ricca di cuore, ai potenti intenti a scattare #selfie a dispetto dei poveracci che per ore nelle loro sedie a rotelle o fra gli altri 800.000 si sono recati a ROma per acclamare , fra sacro e profano, l’avvento di due nuovi Santi fra i tanti…

Per noi hanno detto e hanno rappresentato molto… vedremo fra un centinaio di anni chi si ricorderà di loro , inche modo e con quale sentimento verranno celebrati e ricordati… (speriamo non solo per aver meritato e conquistato il nome su di una targetta all’angolo di una via di cui nessuno conosce la storia… e dela via e di chi ha assunto il nome…)

Come sempre… meditate gente… meditate… (ma fatelo con la vostra testa!)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*