Quando incontro quella zingara…

mi viene un brivido per la schiena.

E’ impressionante! Ogni volta che mi imbatto in quella donna, anziana, con il suo bastone e il suo lento incidere, ecco che il mio animo fà un sobbalzo.

Non so spiegarmene il motivo ma il mio istinto mi porta a mantenere, rispettosamente, le distanze, sebbene nulla in realtà mi abbia mai fatto.

E’ strano. Facci persino fatica a scambiarci un buongiorno perchè qualche cosa mi porta a quella sorta di distacco quasi a protezione.

E’ come se avesse un aurea negativa… Magari è preconcetto, magari sono io che, anche per esperienze passate, sono prevenuto o chi lo sa…

Ogni volta che ci incrociamo o la vedo accucciata all’angolo del vicolo, la osservo e la sento borbottare qualche cosa di incomprensibile e in cuor mio mi chiedo che cosa dica, che significato abbiamo quei suoni, quelle pseudo parole e mi inquieto…

L’immagine comune che si ha delle zingare, come detto forse anche per quanto abbiamo vissuto o anche per quanto ci è stato trasmesso, è di persone misteriose, avvolte da un alone negativo, di furti in case, di rapimenti di bambini, di malocchio, di maledizioni…. 

Credo che se si potesse fare un paragone con il genere animale si potrebbero rappresentare come le gazze ladre… Volatili per natura attratti da tutto ciò che luccica e con un istinto naturale ad essere compulsive nell’accaparrarsi ciò che si riesce, accumulandolo in posti nascosti o remoti.

In realtà, magari, non sarà nemmeno così… eppure questo è quanto mi trasmette con la sua presenza, con il suo lento incedere, con il trascinamento del suo bastone, con quei suoni che provengono dalla sua figura…

E’ inutile… quando incontro quella zingara….

Che dire? Buona giornata a voi…

Lasciami la tua opinione :)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: