Questo pazzo, pazzo, pazzo, pazzo mondo

Ho scelto volutamente “Smiler” Grogan, la sua immagine, quella di uno scassinatore appena uscito dalla galera e protagonista dell’omonimo film del 1964 per iniziare questo post.

Questo pazzo, pazzo, pazzo, pazzo mondo è una pellicola vincitrice del premio Oscar dalla trama fantastica e che pare ben rappresentare quanto sta accadendo in questi giorni nel nostro Paese.

Certo occorre fare un volo pindalico piuttosto particolare, ma ci si può arrivare…

Telegiornali e giornali che ci inondano di notizie legate a violenze fisiche, personali, presunte e verificate, ma ciò che più importa testimoniate da riprese video che poi devono necessariamente sfociare nei social e successivamente nei tg opportunamente oscurati…

Giovani che commettono atti discutibili, apparentemente normali specie proprio sui social, che poi sparano a mogli, che bastonano anziani in gruppo, che violentano ragazze sempre con un comune denominatore… il cellulare per riprendersi in queste imprese a dir poco vomitevoli.

Ma in che razza di mondo viviamo se non in un pazzo pazzo pazzo pazzo mondo in cui si insegue in ogni modo la celebrità o notorietà basta che se ne parli o che si guadagni l’onore delle cronache pur di uscire dalla monotonia di una vita apparentemente normale?

Ci sto pensando da diverse ore e da ore cerco di trovare un nesso a tutto ciò e non riesco nè a trovare una giustificazione che abbia una logica, nè una scusante che sia talmente forte da accettare che avvengano cose di questo genere…

Come difendersi da tutto ciò? Bella domanda questa!

Cercando di non rimanere indifferenti a quanto accade, tenendo gli occhi aperti e cercando di mantenere una apparente calma e lucidità, un distacco forzoso ma cosciente e critico…

Una volta, da qui si evince che sto diventando vecchio…, si sarebbero portati avanti per giorni questi temi… ci si sarebbe interrogati a lungo cercando di capire, di spiegare, di evitare il susseguirsi di una escalation di eventi simili…

Oggi si volta pagina, dopo aver sentito la notizia… Si cambia canale, si passa ad altro… anche se le brutture di queste vite rimangono segnate in maniera indelebile e molto lentamente e inesorabilmente segnano chi le vive e chi ne patisce le conseguenze…

…appunto… un pazzo, pazzo, pazzo, pazzo mondo….

02 comments on “Questo pazzo, pazzo, pazzo, pazzo mondo

Lasciami la tua opinione :)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: