Rancore

Rancore

Il risentimento (o rancore) è un sentimento dato da un misto di rabbia e desiderio di rivalsa, protratto nel tempo, che si prova come conseguenza di un torto o frustrazione subita, sia essa reale o immaginaria. (Fonte Wikipedia)

In realtà credo che sia un componente della nostra vita quotidiana.

E’ un elemento delle nostre giornate perchè, sebbene si cerchi di essere positivi e ben disposti, c’è sempre qualche persona, un elemento, un qualche cosa che ci porta sulla cattiva strada.

Ma allora perchè resistere al rancore? Per etica, per educazione, per rispetto, per bontà più che verso le altre persone, verso le nostre coronarie e il nostro fegato…

Riuscire a non cedere al rancore è una vera e propria missione…

Non è sempre facile! A volte ci vorrebbe una stanza insonorizzata e un luogo dove riuscire a lasciarsi andare… sfogare la rabbia, quel rancore accumulato nella giornata, nel tempo, negli anni e svuotarsi di questo fiele che ci avvelena la vita…

In altri Paesi hanno realizzato stanze, luoghi appositamente addobbati e concepiti per essere sottoposti allo sfogo distruttivo di chi, pagando profumatamente, si dedica alla distruzione (autorizzata) di quegli spazi…

Resto dell’idea che della buona musica, una birra fra persone amiche, un buon hobby, attività di ripiego, possono essere una buona valvola di sfogo, magari non completo, ma di sicuro effetto nella nostra psiche e status emotivo e di vita…

3 thoughts on “Rancore

  1. Il rancore é predisposizione naturale alla vendetta, che non porta mai in pari un torto. La ricerca della giustizia, il far valere le proprie ragioni, con il distacco del perdono permettono di avere la lucidità e di lasciare ad altri la gastrite.

Lasciami la tua opinione :)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: