Sempre più in alto…

Era il motto di Mike Buongiorno, un uomo, oltre che di spettacolo e di rilievo in Italia, decisamente amante della montagna e in particolar modo della Valle d’Aosta.

Di certo non sarebbe felice nel vedere che le “sue” nostre montagne, patiscono i comportamenti di noi scellerati.. (tutti, nessuno escluso…)

Immagine del sito http://www.fondazionemontagnasicura.org – Les Grandes Jorasses

Questa è la situazione del ghiacciaio del Grandes Jorasses, di cui si sta parlando tanto nelle ultime ore…

In realtà, da diverso tempo, si stanno monitorando i ghiacciai nella nostra Regione, al fine di comprendere gli effetti delle alte temperature degli ultimi anni, si bacini storici della nostra Regione.

Nel precedente post parlavo proprio delle proteste che i giovani (forse anche loro tardivamente) stanno intentando nei vari Paesi al fine di attirare l’attenzione sulla questione che non è solo di interesse locale ma globale, del nostro intero pianeta.

Se questi ghiacci, sempre chiamati “eterni” in quanto perenni, ovvero resistenti al trascorrere degli anni, stanno cedendo alle stupidaggini dell’uomo… ecco che forse il campanello di allarme si fa sentire ancor prima di quando sperato…

Lo zero termino, ovvero la quota in altitudine in cui si rileva la temperatura di zero gradi, si porta sempre più in alto e così anche i ghiacci ne risentono e patiscono e con loro l’intero ecosistema alpino e montuoso.

Vedremo nelle prossime ore lo sviluppo degli eventi… intanto speriamo che non ci siano danni sia alle persone che alle cose ma ancor più anche all’ecosistema (locale, della valle) che ne sarebbe indubbiamente provato.

Povera montagna… Povero Mike… Poveri noi….

Lasciami la tua opinione :)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: