Silenzio (finalmente) [macchè!]

Speravo si potesse dire che la giornata di oggi potesse essere dedicata al silenzio elettorale.

Il silenzio elettorale per me dovrebbe valere anche per i social media e ancor più nei confronti di coloro che sono interessati in prima persona o come movimenti… e invece…

Speravo ci fosse la decenza di smetterla di inviare inviti e messaggi diretti o indiretti per andare a votare per questo o quello a seconda di chi si ha in simpatia o si supporta per interessi o per comodo…

Al rispetto della gente di poter pensare, riflettere su cosa scegliere, su cosa fare del nostro futuro e come Unione Europea, e come Paese, stanco stufo, deriso e irriso da ciò che viene fatto dagli alti vertici che prima ti indorano la pillola e poi ti presentano la supposta o peggio ancora la peretta, lasciando il bagno senza carta…

Allora, giusto per sedare ogni dubbio, sappiate che io ragiono con la mia testa, che andrò a votare e farò di testa mia, pronto a pentirmi ancora una volta per la mia, e volontaria non indotta, scelta…. ma sarà mia e non suggerita o comandata o inculcata da voi…

Da quando ho il dono del voto, non mi risparmio e mai mi sono tirato indietro dall’effettuare la mia scelta e sebbene si tratta solo di una crocetta, intendo apporla e fare il mio dovere di cittadino, di questo Paese e di questa Unione, anche solo per sentirmi in diritto di potermi lamentare per quanto viene o non viene fatto anche in mio nome….

Tanto, passato questo periodo, torneremo nella nostra solitudine senza inviti a partecipare a comizi, a serate di divulgazione e voi, voi politici, tornerete a fare quello che sempre avete fatto… ovvero ciò che volete anche e per nome nostro senza però rendercene conto o interpellare proprio coloro che vi hanno dato il lusso di rappresentarli…

Lasciami la tua opinione :)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: