Daniele Silvestri – Argentovivo

Prima serata di Sanremo terminata. La canzone che più mi è rimasta è quella di Daniele Silvestri. Argentovivo. Da ascoltare, leggere, capire e vivere… Ho sedici anniMa è già da più di dieciChe vivo in un carcereNessun reato commesso làFuoriFui condannato ben prima di nascereCostretto a rimanere seduto per oreImmobile continua a leggere…

Nero Bali

Ecco il testo di una canzone che ciclicamente mi martella la testa e lo fa nei termini e con la musica… Video splendido e parole da leggere e rileggere fra le righe…. Ve la propongo con piacere! Ho fatto cose che non rifareiPomeriggi spesi a leggere inutili rivisteCon un vuoto continua a leggere…

Joy to the world…

Una canzone che mette allegria, che è a dir poco esplosiva di carica in questo particolare periodo dell’anno e che nella voce di Mariah Carey trova la sua più naturale espressione… Joy To The World E’ vero che è stata interpretata e magistralmente da una marea di grandi artisti… personalmente continua a leggere…

True colors

E’ raro che una canzone ripresa possa appassionare più dell’originale, eppure può capitare. E’ una strana alchimia, un mix di elementi che vanno oltre al ricordo ben radicato dell’originale… True colors, canzone in originale di Cindy Lauper True Colors è un singolo della cantante pop statunitense Cyndi Lauper, pubblicato il 25 agosto 1986. Considerato come continua a leggere…

Ciò che ti fa stare bene…

…già! Chieditelo. Non barare. Fallo in maniera seria e sincera.Da quanto tempo non fai ciò che ti fa stare bene? Una canzone ci riporta all’importanza del fare ciò che ci fa stare bene perchè la maggior parte di noi si riduce ad accettare compromessi e rinuncia alle sue cose amate continua a leggere…

Politicamente (e psicologicamente) s-corretto….

Siamo nel 2018… Ci tengo a precisarlo per quanto vi scriverò nelle prossime righe… Mentre il mondo ci innonda di tutto e di più, senza filtri particolari, senza troppi veli e censure, ecco che ci ostiniamo a cercare di far osservare delle regole che vengono facilmente aggirate… Non perchè queste continua a leggere…

All falls down

Ecco una canzone che mi sta, in questo periodo, martellando in testa. All falls down con Noah Cyrus e Alan Walker. Vi propongo la sua traduzione e video.. Buon ascolto e buona visione. Qual è il trucco? Avrei voluto saperlo Ho smesso di pensare a tutto quello che avrei potuto continua a leggere…

Caro amico ti dico… Piero

Caro Piero, da poche ore è passato il tuo compleanno… Non mi dilungherò molto, perchè non vorrei risvegliare ricordi… Quelli che ho io di te sono bellissimi… Di uno studente che si è applicato tantissimo fra mille sacrifici per arrivare dove è arrivato… Ricordo la passione per i dischi dei continua a leggere…

Care amiche vi dico… Milena & Daniela

Milena & Daniela. Tocca a loro ad essere protagoniste di questo spazio. Due amiche per la pelle che hanno condiviso con me una bella, quanto rara abitudine… Scrivere! Si parla di circa una trentina di anni fa… (poco tempo quindi…) Era diventata una bella abitudine attendere il postino che giungesse continua a leggere…

L’immigrato dove lo metto…

Continuano gli sbarchi di immigrati nel nostro Paese… non sono sbarchi turistici ma permanenti… Dall’€uropa attribuzioni di stima ma non bastano e non risolvono di certo il problema… e la palla passa alle Istituzioni locali a diversi livelli e gradi… Anzichè dalle gratine alle granate di Francesco Gabbani, rischia di continua a leggere…

Old friends

Ci sono dei momenti  nella vita di una persona, in cui ci si sofferma e ci si guarda alle spalle… Non sempre fa bene, ma talvolta è necessario per poter capire e apprezzare quanto si ha vissuto, quanto si ha avuto dal passato e quanto questo, a volte, manchi profondamente… continua a leggere…

Che è venerdì….

Già! Proprio così! È venerdì! E per una volta tanto sposo il testo di una canzone del buon Ligabue… “È venerdì, non ci rompete i coglioni…” e non prendetevela a male se cito questa frase della canzone… il venerdì è proprio così! la giornata più lunga a finire, dove paiono continua a leggere…

Ode all’informazione (al telegiornale..)

Correva l’anno 1978… Un cantautore di borgata, un tal Antonello Venditti, decide di strimpellare un’ode parodia al sistema informativo italiano… Già all’epoca il livello di informazione, che pur non contava i pregi e difetti delle più moderne tecnologie, risultava essere ampiamente influente sulla vita dell’italico pubblico… Se nel leggere il continua a leggere…