Pochemuchka

Pochemuchka è un termine che esiste solo nella lingua russa e si usa di solito per i bambini che chiedono spesso “perché”.  Credo che sarà una delle parole centrali e più utilizzate nel 2020. Quante volte ci chiediamo il perché di quanto avviene attorno a noi o ci interroghiamo su cose, situazioni, concetti, e miriadi di altri interrogativi vari, ponendoci continua a leggere…

Grazie del suo aiuto…

Quanto sarebbe bello sentirselo dire… invece no! Oggi vi sottopongo un ragionamento particolare.. Quando abbiamo, io per primo, un problema con un fornitore di servizi o con qualche cosa che abbiamo comperato, il primo pensiero è quello di rivolgerci a chi ce lo ha venduto o al supporto di chi ce lo fornisce, per chiederne conto, spiegazioni e/o supporto. Solitamente continua a leggere…

Occhio alle mani…

Un segno di saluto è il presentarsi a mano tesa in attesa di una risposta, nella speranza che la mano che vi si presenti non sia molliccia, viscida o scivolosa… In realtà bene sarebbe pensare cosa si nasconde in quel gesto! Pensate solo a quante persone vanno in bagno, espletano i loro bisogni corporali e poi… escono senza pensare lontanamente continua a leggere…

Quanto manca?

Quanto manca? Ok ma a cosa? Al Natale? A fine anno? Alla fine del Mondo? Al compleanno? All’Apocalisse… a cosa quanto manca? E’ una domanda che si presta a molte interpretazioni e usi, e a cui difficilmente si riesce a dare una risposta in maniera definitiva e certa. Nel 1999 mancavano 365 giorni alla fine del Mondo, che poi è continua a leggere…

Come ti è andata oggi?

“Ciao! Oggi com’è andata?” Credo sarà questa la frase del giorno. Solitamente la si pronuncia quando si arriva a casa o arrivano a casa persone a noi care e di cui ci interessiamo per capire non solo il loro umore, ma davvero come hanno affrontato le vicissitudini della giornata. Quando si rientra in attività, sia essa scolastica, lavorativa o comunque nella continua a leggere…

La ricerca costa…

Post che vi prego di leggere, rispondere, commentare, condividere. Grazie. Alcune grandi case farmaceutiche decidono di sospendere lo studio e alla sperimentazione di medicinali e cure per le malattie neuro-degenerative. Per una di queste aziende, che definisce troppo dispendioso fare ricerca in un campo poco remunerativo, prosegue invece la produzione e la vendita della famosa pillola blu, supporto per chi continua a leggere…

Oggi che giorno sarà?

Oggi che giorno sarà? Vi capita mai di chiedervelo? A me si! Ogni volta che aprendo gli occhi mi si presentano colorazioni del cielo come quelle che vi ripropongo in questo post. A parte vincere la pigrizia di alzarsi per immortalare queso cielo, i pensieri vagano alla ricerca di una risposta sensata che non può esserci in realtà… Il quotidiano, continua a leggere…

Come si misura la felicità?

Sembra una domanda banale ma non lo è. Abbiamo strumenti per misurare di tutto… Dalle distanze, alle quantità, alle velocità, alle cubature, alle estensioni, alle previsioni e chi più ne ha ne metta… La domanda banale è: “come si misura la felicità?” Esiste un qualcosa che sia in grado di darci un valore, un livello, un riconoscimento reale, tangibile, credibile continua a leggere…

Solidarietà femminile

Ci stavo pensando alla fermata del bus oggi… Ma esiste ancora la così detta solidarietà femminile?  Ve lo chiedo avendo osservato un gesto gentile di una donna al volante che si è fermata per permettere a una altra donna, come lei al volante di un mezzo ma contromano rispetto alla prima, di fare manovra ed entrare così nella sua corsia continua a leggere…

Gioco test 2017

Sono tante le catene che girano per la rete… Questa mi sembra simpatica quindi provo a parteciparvi e vi invito a farlo a vostra volta, magari in risposta a questo post! (Sempre e solo se vi va!) Piercing…………..no (non credo ne avrei mai il coraggio) Matrimonio………si ✌Divorzi……………..no Figli…………………no Operazioni………..si Tatuaggi…………no (mi piacciono e incuriosiscono…forse ne farei solo uno piccolo) Sparato continua a leggere…

…ti scrivo…

“Caro amico ti scrivo… così mi distraggo un pò…“… Così recita una splendida canzone di Lucio Dalla… In realtà stiamo perdendo anche questa buona abitudine… Da ragazzino mi ricordo che si scrivevano lettere a mano lunghissime a amici di penna lontani… si correva in posta per far spedire la lettera e si aspettava per dei giorni che la persona rispondesse continua a leggere…

Caravan Petrol

Il petrolio e i suoi derivati, nonostante il greggio sia in caduta come prezzo, in Italia non  accenna minimamente a far scendere i costi anzi… se si può si sale leggermente. La cosa particolare è che in Valle d’Aosta il costo del greggio rimane più alto rispetto a quello del vicino Piemonte… Una volta chi abitava in Valle era visto quasi con continua a leggere…

Piccoli miracoli

Da alcuni giorni non scrivo… A dirmelo siete fortunatamente voi che mi seguite e a cui devo dire grazie. Mi ha piacevolmente stupito che una persona che conosco, che vedo tutte le mattine mi abbia chiesto: “Ehi ma è tutto ok? Perchè sono un paio di giorni che non scrivi…”… Vero! Per me scrivere è non solo terapeutico ma anche continua a leggere…

La felicità che colore ha?

La felicità che colore ha? Una domanda tanto banale quanto importante. Voi per esempio che colore date alla felicità? Non si tratta solo di un gusto personale ma proprio di una percezione abbinata a una sensazione, a un’emozione fortissima quanto basilare nella nostra vita! Ecco dunque il motivo della domanda di oggi… Secondo voi la felicità che colore ha? Vediamo continua a leggere…

Censura

“..sono comportamenti da censurare..”, “hai pensieri censurabili”, “bisognerebbe censurare alcuni giornali”, “certi siti web andrebbero censurati” ecc… ecc.. In realtà il temine censura ha una lunga storia e diverse applicazioni… Basta guardare l’apposita pagina internet dedicata dalla comunità di Wikipedia. Si parla di censura militare, politica, religiosa, nelle carceri, nelle arti visive e musicali, nei rapporti di guerra, nella psicoanalisi… continua a leggere…