Lo spirito di Peppone

Fra la nebbia della bassa e quella delle menti, di differenza ce ne era poca, ma non nello spirito ben definito che si aggirava nel paese in quei giorni…Facendo riferimento ai bei tempi, gesti significativi quanto discussi dalla popolazione, portavano a proliferare il vociare fra le diverse fazioni di idee contrapposte. Fra il sordo rumore della campana maestra e le continua a leggere…

Don Camillo stà bene dove stà… (mica tanto…)

Era la notte più attesa dai piccini. Quella del Santo Natale. Nella Bassa, una insolita nebbiolina si infittiva sempre più, specie nei pressi della chiesa. Nonostante la timida presenza delle luci, era diventato impossibile riconoscere le sagome delle persone, proprio per via di questa presenza fitta quanto molesta… Dalla stazione alla Chiesa, il tratto era abbastanza breve… La Messa era continua a leggere…

La veggente ferita

Era nessun un angolo della piazza… Dalla parte opposta c’era il toro meccanico, dove sia uomini che alcune donne, provavano smettere alla prova non solo il loro ego ma anche le loro doti di equilibrismo… La veggente era stata oggetto di chi, rivenendo una risposta automatica poco gradita ma assolutamente veritiera, aveva deciso di scatenare la sua rabbia con una continua a leggere…

Abominevoli risate…

Secondo me esiste e adesso si sta facendo delle sane e grasse/grosse risate! Parlo del Bigfoot, detto anche Uomo delle nevi… Notizie recenti, di esami scientifici svolti su diversi campioni in cui era presente del DNA, avrebbero portato gli studiosi ad affermare che l’Uomo delle nevi non esiste… Secondo gli studiosi si tratterebbe non di un uomo ma di diverse continua a leggere…

Una rosa…

Una rosa, solitaria, abbandonata….lì, delicatamente appoggiata al paletto di una barca di salvataggio… Alla mercè del primo Sole del mattino, sotto gli occhi di coloro che, passando e andando oltre, si interrogano sulla sua storia… Sarà forse un omaggio di una serata romantica abbandonato in segno d rifiuto? Sarà invece una promessa al temine di una nottata di coccole e continua a leggere…

«Eccellenza» al buon cuore di Mangiafuoco….

Tempo fà, mi avventurai nell’immaginarmi un particolare Mangiafuoco… Vi ricordate dove avevo sospeso la storia? No? Bhè se non avete tempo o pazienza nel leggervi la prima parte di questa storia, vi riporto, per facilitarne la lettura, le righe finali della prima parte (che comunque potete trovare qui)…. Una modesta folla, più di curiosi che di veri estimatori, si era continua a leggere…

Finalmente è Natale!

La favola del #Natale al completo… Vi invito a leggerla fino in fondo perchè, potrei sbagliarmi, ma ne vale la pena…. poi ditemi voi (se vi va)… Meno di un mese al Natale e il bimbo aveva deciso di comportarsi bene… Un discolo, vivace, vivo…! Una vivacità contagiosa… Quello spirito per cui quando combinava qualche marachella riusciva sempre a superare continua a leggere…

Aspettando il Natale [19]

Tanto Babbo Natale non esiste! Lo sanno tutti! E’ inutile che continui a crederci… Sei proprio irrecuperabile!!  Ma davvero credi che un uomo ciccione scenda dal tuo camino con un sacco pieno di regali e ti lasci qualche cosa? Ma ti rendi conto di che stupidaggine? D’improvviso una ondata di tristezza si impadronì del piccolo che si senti come sperduto continua a leggere…

Aspettando il Natale [04]

“Quel pomeriggio di novembre si era deciso che con tutta la famiglia si sarebbe andati a fare delle compere al centro commerciale più vicino… Era ancora presto… La neve un sogno lontano… eppure, nonostante fuori il Sole splendesse con temperature miti, all’interno del supermercato, si poteva pregustare quell’aria di preparativi che spingeva ancor più quel desiderio di feste e di continua a leggere…

Io vorrei non vorrei ma se poi…

Tratto dall’Ultima cena:   Alla destra di Gesù stava Pietro, alla sinistra Giovanni, che poteva così appoggiare la testa sul petto del maestro e a fianco di Giovanni stava Giuda, abbastanza vicino a Gesù. Questi, mentre gli apostoli continuavano la cena, rivelò che uno di loro l’avrebbe presto tradito. I discepoli, entrati in confusione, chiesero al maestro chi di loro fosse continua a leggere…

2016 possibile Nobel per la pace in VdA

Con gli sviluppi delle ultime ore, con i possibili sviluppi dei prossimi mesi, ecco che si profila sempre più credibile, la candidatura al nobile Premio Nobel della Pace, per l’anno 2016, la Valle d’Aosta! Le motivazioni che porterebbero alla nomina a tale e prestigioso riconoscimento albergano in due eventi che si prospettano importanti ed epocali, tanto da passare alla storia continua a leggere…

Il carrozzone

Oggi la giornata, porta alla memoria questa canzone… Il Carrozzone – di Renato Zero Il carrozzone va avanti da sé con le regine i suoi fanti i suoi re ridi buffone per scaramanzia così la morte va via Musica gente cantate che poi uno alla volta si scende anche noi sotto a chi tocca in doppio petto blu una mattina continua a leggere…

Prove di migrazione

Fra le rondini c’è grande preoccupazione… Sopra le nostre teste si stanno ritrovando in gruppi per fare le prove generali e organizzarsi in maniera adeguata… Il viaggio da affrontare è lungo e pieno di insidie e ciò che preoccupa di più riguarda le giovani leve… I cuccioli, i primini, rischiano di non saper superare i vari trabocchetti. Si pensa alle continua a leggere…

Ricordami di respirare

E’ strano percepire il suono lontano, ovattato di voci e di persone che credo di conoscere… Non ricordo bene però! E’ passato tanto, troppo tempo… Sono qui in questo letto da molti mesi e sinceramente sono stanco di stare qui… Non so se siano passati anni, giorni, mesi, settimane… Il tempo non è più ormai una misura di tempo valido continua a leggere…

#consvda vs Zecchino d’oro

era il 1986! Lidia Kovacs (Ungheria) vince lo Zecchino d’Oro di quell’anno con una canzone in grado di spiegare dopo circa 30anni una giornata di lavori del #consvda. Mi occorre precisare che ieri non ero in Valle a causa di impegni di famiglia non lieti… ciò non toglie l’interesse su quanto avvenuto nell’aula del Consiglio Regionale. Così, una volta rientrati a casa, continua a leggere…