Te la ricordi la schedina? Io si!

Un rito. Un rito che vedeva, fin da quando ero piccolo, papà accompagnarmi al tabacchino per tentare la fortuna e sperare, ogni fine settimana, in una vincita che potesse realizzare sogni…. Il rito si ripeteva ogni settimana del campionato.non erano diversi solo i temp, i giocatori e le partite…. Si giocava la domenica e si aspettava davanti alla tv 90° continua a leggere…

Come un fulmine a ciel sereno

I temporali non sono tutti uguali! A seconda di dove ti trovi, a seconda della conformazione del luogo e dell’ambiente una cui si scatenano, possono fornire, agli occhi più curiosi e attenti, imperdibili occasioni per soffermarsi a guardare le magie di una natura sconosciuta… Mi piace osservarli. Riescono a rapire la mia attenzione, ne vengo attratto in una maniera incredibile continua a leggere…

I tuoi occhi…

I tuoi occhi sono testimoni di quanto avviene in questo pazzo pazzo mondo ogni giorno. Seguono quanto proposto loro dal momento che le palpebre salutano l’avvento di un nuovo giorno, quando esci dal notturno quotidiano riposo, o pseudo tale… I tuoi occhi, dal momento che ne hanno la possibilità, diventano telecamere con registrazione incessante e con il salvataggio di frames continua a leggere…

Gratta e prega…

Chi di noi/voi non ha mai tentato la fortuna? Chi si ricorda per esempio del totocalcio e delle schedine giocate con papà, zii o parenti vari, alla ricerca di quel malefico 13 con cui sperare in una vita migliore? Ora la schedina ha lasciato spazio ai gratta e vinci, alle lotterie… Per togliermi uno sfizio, sono andato sul sito ufficiale continua a leggere…

Si re si re… (auguri!)

Si re, si re, si mi , si mi, mi fa, mi fa sol fa sol ridere, Si re, si re, si mi  si, mi, mi sol mi, mi sol mi si si a si sol … Sembra uno sciogli lingua e invece non lo è… E’ una filastrocca che faceva parte di una pubblicità, ma anche una canzone tenerissima continua a leggere…

Dammi un sorriso…

Dammi un motivo valido per non sorridere, dammene mille per farlo, dammi la furbizia, la letizia, l’incoscienza, la pazzia, la schiettezza, la forza di ascoltare, di conservare, di sfogarmi, di lasciarmi ascoltare, di saper ascoltare coloro che con me parleranno… dammi la fortuna di un nuovo giorno il piacere di un piatto e del suo contorno di un sorriso per continua a leggere…

Tour de Villa

Oggi ennesima passeggiata fra le bellezze della nostra Regione. Erano mesi che lo ammiravo dall’altra parte del fiume Dora e così, oggi, ho avuto per puro caso e fortuna, la possibilità di visitare dall’interno, il castello Tour de Villà posto nel comune di Gressan. Vedere il cancello di ingresso aperto mi ha portato a entrare discretamente e così scattare alcune continua a leggere…

Fortuna….

Altra canzone che è tornata alla memoria specie per una frase, fra le tante contenute in questa canzone di annata (l’apostrofo avrebbe portato a un inganno letterario…), di Mario Venuti dal titolo Fortuna. “…storie di chi rimane e chi invece lascia tutto e se ne va…” E’ una canzone che già alla sua uscita aveva rapito il mio variopinto cuore continua a leggere…

Padre e figlio

L’altro giorno mi sono soffermato su una foto apparentemente tanto semplice quanto disarmante… Bella nella semplicità dell’attimo rubato sapientemente al tempo… Bella per quanto sa trasmettere e poco importa che la luce magari non sia quella giusta, che il gioco di ombre possa distogliere l’attenzione, che i soggetti non guardino in camera… E’ semplicemente bella per quello che è e continua a leggere…

Sguardi su Aosta

La bellezza di una città la si cattura, a volte, all’improvviso… Capita, mentre la attraversi di fretta per andare a prendere il bus, di sollevare lo sguardo e di immaginare uno scatto, un fermo immagine che ti incuriosisce, che ti affascina e attira la tua attenzione…è un attimo! Così sfili dalla tasca il telefono e scatti una foto. In quel continua a leggere…

All’ombra del mio lampione…

  …aspetto che giunga l’autobus che mi porta a casa. Giusto per un’ora perché poi si riparte per tornare a lavoro… Mi piace giocare con l’ombra del lampione che mi permette altri di avere la sufficiente ombra per coprire la testa e continuare a prendere il Sole con le braccia… In effetti non farebbe schifo ci fosse una fermata con tettoia continua a leggere…

Buona fortuna…

Quando ci si imbatte in una coccinella, solitamente, è uso comune dire che questa si posi per portare un pò di fortuna…. Ieri ho avuto il piacere di incontrare sul mio percorso una coccinella, mi sono soffermato a osservarne la bellezza, a quanto in un piccolo animale di quel tipo vi fosse una benevola e rassenerante sensazione che la giornata continua a leggere…

Occhi di Maria

  Sabato mattina ho notato nell’era vicino casa, la presenza di fiori che io conosco come occhi di Maria w che sono portatori di una buona stagione. Più sono numerosi in gruppetti è più la stagione prossima dovrebbe essere la migliore. Mi sono chinato per fotografare, per rapire parte di quella fortuna e conservarla, visto il periodo così lieto è continua a leggere…

Una camicia per il Re…

Invito tutti a leggere nelle prossime righe una novella che si presta a tutti.. Ricchi di denaro e poveri di spirito (e viceversa o entrambe)… Credo che possa concedere a chi se lo merita sereni sogni, e a altri una doverosa riflessione…. Quando si dice nati con la camicia (e non accorgersene o rendersene conto quando serve….) Buona lettura! (Tratta continua a leggere…

Metti una sera…

…che un amico (grazie Luca N.) dica “ragazzi per chi vuole andiamo a fare una uscita notturna per fare delle foto alla Via Lattea al Gran San Bernardo”…e metti che escano di queste foto…. Grazie a L. Che mi ha convinto ad andarci, alla pazienza di Luca e alla compagnia divertente… Momenti belli da ricordare….