Memoria sbiadita…

Ricordi sbiaditi… Ecco cosa sono quelli che sono passati poche ore fa. Persone che hanno combattuto per la nostra tanto decantata libertà e che, alla luce del risultato e degli anni passati, si interrogano sulla validità del loro sacrificio… Quante persone erano alle varie commemorazioni? Quante hanno dedicato parte del loro tempo a ricordare quanto si è studiato tempo addietro continua a leggere…

La danza delle candele

Una candela per ogni anno. Una candela per ricordare… Una fiammella, poi un’altra che si unisce ad altre a crescere di anno in anno… e ogni anno è così. Quante cose vengono rappresentate dalla luce, dalla fioca presenza di una singola candela… Alcuni esempi possono essere la vita, la candela in fondo rappresenta il ciclo vitale, che se non ha continua a leggere…

Sfida accettata

Sfida accettata. Osservi, incuriosito, foto sbiadite, in bianco e nero e non per un effetto voluto per rendere più interessante la fotografia ma bensì perché di tempo ne è passato e parecchio… Sono sguardi e pose che nulla a che vedere o fare con chi, di questi tempi, si è specializzato nella moda dei famosi selfie fra le pose con continua a leggere…

Caro Donald Trump gli scrivono…

In una data importante, arriva la notizia di una bimba di sette anni che su Twitter ha raccontato la distruzione di Aleppo. Tweet che hanno da subito catturato l’attenzione del mondo occidentale. Ieri la bimba ha scritto una lettera aperta al presidente degli Stati Uniti Donald Trump, poi consegnata alla Bbc, affinché intervenga per aiutare i bambini siriani. E’ forte come continua a leggere…

Smemorato imparato

A chi non è capitato di dimenticarsi di un appuntamento, di una ricorrenza, di una bolletta, di una data o commissione da fare? E’ importante sapere che chi dimentica troppo velocemente le cose viene solitamente additato come una persona distratta e assente dal mondo reale, ma in realtà uno studio ha dimostrato che non è propriamente così. Una ricerca dell’Università continua a leggere…

Ma che ne sapete voi di musica?

Domanda più che lecita… Ma che ne sapete voi della musica? La domanda è rivolta ai giovani che ascoltano un pò di tutto… Si passa dalle sconosciute sonorità asiatiche, ai talenti a scadenza dei talent show, ai gruppi che durano quanto una candela… Noi che vediamo spegnersi con il tempo gruppi come i Pooh, Dik Dik, Cugini di campagna, e continua a leggere…

Il viaggio…

Lo dico fin d’ora. Leggere attentamente questo post. Non è vero ma potrebbe anche esserlo. E’ il desiderio di ricordare il maniera diversa e originale, ciò che la massa ricorderà a suo modo, come fa tutti gli anni, condividendo semplicemente pensieri altrui… Se lo leggerete mi farebbe davvero piacere sapere cosa ne pensate…. Grazie! Mi sto chiedendo se dimentico qualche continua a leggere…

Tu mi ricordi?

AVVERTENZE: questo post è lungo e se per alcune persone può risultare interessante per altre nutro forti dubbi… Solo se siete fortemente temerari/e avventuratevi nella sua lettura fino in fondo….troverete un sacco di cimeli storici e sarà curioso conoscere la vostra risposta alla mia domanda titolo… “Tu mi ricordi?” Tutto parte da una domanda che mi hanno fatto oggi.. “Ma continua a leggere…

Alfredino Rampi

Alfredino Rampi aveva sei anni quando nel tardo pomeriggio dell’10 giugno 1981 cadde in un pozzo artesiano a Vermicino, nei pressi di Frascati, mentre rientrava a casa correndo. Quel pozzo del diametro di trenta centimetri, sciaguratamente mal coperto per responsabilità che rimarranno oscure, costituirà la tomba per il piccolo Alfredo che morirà all’alba del 13 giugno. Le ore che seguirono continua a leggere…

Mr. Parkinson

Egregio Signore, non è con piacere che le scrivo questa lettera, ma d’altra parte avrei dovuto parlarle a quattr’occhi, affrontarla di persona, sopportare quel suo subdolo modo di fare che è quanto c’è di peggio per far perdere la pazienza anche ad un santo, figuriamoci a me. Le scrivo, come può notare, col computer, perché la mia calligrafia s’è fatta continua a leggere…

Quel 23 maggio …

Quel 23 maggio, io me lo ricordo…. Era un sabato… Io ero militare ma in riposo quel pomeriggio. Ero in caserma e come nostra abitudine si era di corvée… Avevo ritirato il bucato e dovevo stirarmi la camicia perchè mi sarebbe servita il giorno dopo perchè di servizio. Non è che amassi particolarmente stirare (non è mai stato il mio continua a leggere…

Luce riflessa

Credo che non sia per nulla facile vivere di luce riflessa… Stavo pensando stasera a quei personaggi più o meno famosi che cercano di sfondare nel mondo dello spettacolo…. Mi rendo conto che per alcuni vi sia la volontà di voler far valere le proprie potenzialità, senza però in alcun modo vivere di luce riflessa, mentre esistono altre realtà in continua a leggere…

Smemorati

Siamo esseri particolari, smemorati… Abbiamo, nel corso dell’anno, tanti piccoli promemoria che ci aiutano a ricordare le varie tappe importanti, passate e future, della nostra esistenza… Vi invito, per la giornata alla memoria, ad andare a leggere questo mio vecchio post… (clicca qui per leggerlo) Credo sia doveroso mantenere viva la memoria di queste cose, specie nei confronti di chi ancora continua a leggere…

…e ancora…

Ancora una volta quegli occhi… Ancora una volta quello stupore, quella sensazione mista far il dolore e lo spaesamento…quel non sapere bene come reagire, cosa pensare, cosa dire ma ancor più cosa fare… Venire colpiti nella quotidianità, nella serenità di momenti di vita comuni con tanta ferocia, efferatezza, freddezza e coscienza… La coscienza di chi sa bene dove e come continua a leggere…

Indignazione a scalare…

Tutti indignati? Certo! Ma quanto durerà? Eravamo tutti indignati per l’11 settembre, tutti indignati per la seconda Guerra Mondiale, per le stragi dei campi di concentramento, per le pulizie etniche e poi ancora… Indignati per Cernobyl, per Seveso, per i disastri in Giappone, per lo tsunami, per i terremoti, per gli attentati (vi ricordate Charlie Hebdo?)… ora è il turno continua a leggere…