Indelebile

Io, nel caso, per scelta, tu, invece, obbligata/o. Vedi le differenze fra la libertà e la costrizione sono davvero tante! Io se oggi desidero fare un tatuaggio, lo faccio per scelta, per voglia, perchè ne sento bisogno o ne ho necessità, desiderio, qualche cosa da ricordare… Tu, invece, ne sei stato/a obbligato/a. Marchiati come bestiame. Catalogati, per quel che serviva, continua a leggere…

Anche i mega direttori galattici…

Pochi mesi fà la scomparsa del Ragionier Ugo Fantocci, pardon, Ugo Fantozzi alias Paolo Villaggio… La megaditta, prima perde il Ragionier Filini, sbadato e sfotrunato organizzatore di eventi e fornitore indiscutibile di casini per il povero Fantozzi… Ora anche il direttore mega galattico gran farabut figlio di… alias Paolo Paoloni, muore… e un pizzico di quelle storie viene meno… E’ continua a leggere…

Nostra Signora… la Morte

In questi ultimi anni, la Signora Morte, più volte ha fatto sentire il suo passaggio, colpendo da vicino, vicinissimo, affetti cari, carissimi. E’ incredibile quanto, quando una persona scompare, vengano attivati immediatamente, quasi automaticamente, una serie di comportamenti anche discordanti fra di loro… Per alcune persone, chi non c’è più, viene immolato come una persona santa, meritevole di ogni buona continua a leggere…

Dov’è la dignità?

A volte viene naturale chiedersi dove stia di casa la dignità. Il senso di responsabilità sovrasta ciò che invece dovrebbe essere naturale perchè per avere la coscienza a posto ci aggrappiamo egoisticamente a tutto ciò che può permetterci di stare apparentemente bene con la nostra anima, ma ci viene mai il dubbio che ciò che ci fa star bene sia continua a leggere…

Transizioni di vita…

Capita quando meno te lo aspetti… Non ci si pensa mai a sufficienza e in realtà anche se crediamo di essere pronti o preparati, alla fine , non è così… Se ne parla distrattamente, un pò per scaramanzia, un pò perchè ci si augura che non debba mai capitare a noi… E’ notizia di ieri. Un solo donatore ha salvato continua a leggere…

La pena di morte nel 2018…

2018. Si parla ancora di pena di morte. Se ne parla in questi termini… Alabama, Mississippi e Oklahoma hanno approvato l’uso dell’azoto per le esecuzioni dei prigionieri condannati a morte, con l’obiettivo di rimpiazzare le iniezioni letali, sempre più difficili da praticare a causa della scarsa reperibilità dei composti. La scelta ha portato a molti dubbi e critiche tra medici continua a leggere…

Le mani della nostra vita…

Da quando nasciamo a quando lasciamo la vita terrena, prima delle persone incontriamo mani. Pensateci bene! Quando nasciamo, usciamo dal grembo materno e veniamo accolti da delle mani di persone perfettamente sconosciute, che sono il nostro primo contatto con il mondo esterno, con la vita e che ci permettono di venire al mondo… Di contro, anche quando moriamo, gli ultimi continua a leggere…

Ultimi paradossi

In questi giorni si stanno verificando dei paradossi davvero stupendi… Credo che psicoanalisti, psicologi e psichiatri abbiano materiale per un bel pò di tempo… Partiamo dalle cronache. Muore un boss della mafia.  Ha giusto fatto in tempo a festeggiare il suo ottantaseiesimo compleanno… Una serie di eventi malavitosi e di accuse di vario genere e tipo nel suo curriculum vitae… continua a leggere…

Continuiamo a ucciderli….

Voglio, come sempre, essere schietto. Diciamocelo chiaramente: se gli ultras della Lazio non avessero tirato di mezzo con la loro bravata il personaggio e la storia di Anna Frank, nessuno si sarebbe mai e poi mai sognato/a di ripescarla da quell’angolo della nostra memoria storica in cui era stata accantonata e messa a prendere polvere… Condannabile il gesto scellerato e continua a leggere…

(senza titolo)

Sdraiato, a terra… Occhi aperti, rivolti vero a un cielo che si mostra leggermente frastagliato da alcune nubi che disegnano una tela di un blu intenso bellissimo… Percepisco il profumo del fieno che, tagliato e posto sotto al Sole, prosegue il suo processo di essiccazione emanando così quell’inconfondibile aroma che tanto mi piace… I grilli allietano, in sottofondo, quanto mi continua a leggere…

Lei è una? Lei è una….

Me lo voglio immaginare così… Al cospetto di San Pietro che vedendone le arrivo, parla ai Cherubini e dice loro che adesso si divertiranno un pò… Paolo Villaggio, il ragioniere d’Italia, è morto e all’età di 85 anni, lascia la terra per avventurarsi in cielo… Scaramanticamente, aveva già affrontato il cielo nei suoi vari film… San Pietro, prima di spalancargli continua a leggere…

Indignazione di massa…

Scusatemi, passerò per bastardo cinico e insensibile e me ne scuso… Tutti a indignarvi perchè medici, corti e diversi gradi di giudizio hanno riconosciuto la gravità irrecuperabile della malattia di un bimbo destinato a morire… E che dre di tutti quei bambini che muoiono nell’indifferenza generale, senza alcun clamore di gloria, di giornali o altro…??? (questa cosa non vi indigna continua a leggere…

…e Topo Gigio piange…

Già! Proprio così! Topo Gigio piange e alla notizia ci immaginiamo abbia proferito il suo famoso detto, con occhio languido e fare sornione che lo contraddistingue “ma cosa mi dici mai!”.. In realtà è facile che per una volta non lo abbia detto con la dolcezza che contraddistingue il personaggio ma bensì con una tristezza in corpo, pardon in panno, continua a leggere…

Inutile… quando si muore si è morti!

Sarà l’ora tarda, le mille parole e opinioni ascoltate e proposte dai vari media, siti, post e quant’altro… che ho deciso di buttare di getto alcune considerazioni s-confuse… sulla morte… che vi pregherei di leggere sino in fondo, prima di giudicare affrettatamente il mio pensiero…. (grazie). Mi scuso per l’analisi che, già lunga così, sarà stringata e forse anche di continua a leggere…