Federico & Nonna

Federico Fellini, vedeva la sua luce 100 anni fa. Mia nonna mancava 4 anni fa. Date. Ricordi. Si intersecano e lo fanno nella nostra vita come ingredienti di un minestrone pazzesco… Colei che mi ha tagliato il cordone ombelicale quando sono nato, che preparava la merenda quando tornavo da scuola, dalle elementari… che aveva delle manone incredibilmente segnate dai lavori, continua a leggere…

Le tue mani…

Sai, guardavo le tue mani e le vedevo segnate dal tempo… Quante cose hanno fatto le tue mani? Hanno giocato, lavorato duramente la terra, hanno imparato, intrecciato per anni saggina, hanno curato, accarezzato e amato… Quante coccole hanno elargito le tue mani? Quanti scapaccioni sono da lì partiti? Quanti corpi hanno accarezzato le tue mani? Quanti ne hai presi, tenuti continua a leggere…

…e se c’ero dormivo… (almeno credo…)

…già! Proprio così! Se c’ero (ed è innegabile che io ci fossi, troppi testimoni al riguardo per poter essere smentito…), dormivo! (o almeno credo!). Si perchè, devo ammetterlo, l’età avanza e i miei ricordi al riguardo sono particolarmente sbiaditi, mi perdonerete… In realtà erano ore che mi dimostravo impaziente di scoprire il mondo esterno… Per carità! Stavo benissimo dov’ero! Coccolato, continua a leggere…

Scusate pubblico…

Infinite sono le parole che si potrebbero spendere in occasioni come quelle di questi ultimi giorni… In realtà, non è facile. Sono ricordi, pensieri personali, dapprima ordinati e poi improvvisamente disordinati e ribelli… Quando una persona Amata ci lascia, ciò che resta, in prima battuta, è il profondo dolore. E’ come quando ci si fa male, tanto, e si deve continua a leggere…