LAC DE VILLA

Puoi leggerlo in: 3 minuti
Ho scoperto, grazie all’Amico Marco, un luogo di cui ero all’oscuro della sua esistenza. La Riserva Naturale Lago di Villa è una sorpresa nel cuore della bassa Val d’Ayas, nel comune di Challad-Saint-Victor in Valle d’Aosta. Un raro esempio di lago, la cui conca risulta scavata da rocce magmatiche di un antico fondale oceanico poi […]

Read more

Atti osceni in luogo pubblico

Puoi leggerlo in: 3 minuti
Venerdì sera, intorno alle 22.30, ero a portare a passaggio la nuova arrivata in famiglia… Passeggiata all’aperto, in un posto a lei nuovo, giusto per abituarla a muoversi in spazi nuovi, sconosciuti. Camminata notturna seguendo il sentiero che porta al giardino delle pietre, conoscendone quindi i limiti e percorrendola in lungo e largo… poi si […]

Read more

Non c’è più!

Puoi leggerlo in: 1 minuto
C’era una volta ed ora non c’è più! Avete presente quando nelle viuzze scoprite delle vere e proprie opere d’arte? Ecco! Proprio così! Ne rimanete rapiti e automaticamente cercate di immortalare quanto i vostri occhi vedono in uno scatto… Questo si tramuta nel tempo in un testimone di un qualcosa che il tempo vedrà necessariamente […]

Read more

Pigne e castagne

Puoi leggerlo in: 1 minuto
Passeggiando nel bosco, osservando i cambi di colore che si possono ammirare i suoi frutti… Capita così di incappare in una minuscola sedia, probabilmente realizzata per elfi o gnomi, in cui sono depositate, sulla seduta, un riccio e una pigna. Apparentemente lì per caso, avvicinandomi ho potuto carpire un dialogo di fantasia.. Ciao pigna. Ciao […]

Read more

Sempre e per sempre…

Puoi leggerlo in: 2 minuti
   …dalla stessa parte mi troverai…” Così recita una splendida canzone di Francesco De Grigori. Mi ha ispirato questo sottotitolo la fotografia scattata ieri di primo mattino…passeggiare lungo il mare è trovare una coppia matura tenersi per mano è un segno fortissimo di speranza dell’Amore (specie per un Paese che ha accolto con estremo favore […]

Read more

Quando il mio turno?

Puoi leggerlo in: 2 minuti
   Era più forte di lui. Erminio, prima di andare a sedersi nella “sua” panchina del centro doveva passare di là per leggere le epigrafi e volta per volta, con le sue mani conserte dietro la schiena, in silenzio amareggiarsi per la dipartita di un giovine, oppure per commentare con le persone presenti della sua […]

Read more