Voti Sanremo 2020 – Quarta Serata

Tecla – 8 marzo – Si presenta acqua e sapone per una canzone semplice in metrica e tempo, con un testo impegnato che ricorda nella vocalità Arisa dei bei tempi prima della metamorfosi. E’ giovane e si sente –  Rime scontate canzone sanremese – voto 6 Marco Sentieri –  Billy Blu – Mi piace, “perché tu nato nell’oro gli buttavi continua a leggere…

Sanremo 2020 – Seconda serata – i voti

Piero Pelu – Un bellissimo e inedito una canzone stupenda che rivela un lato davvero eccezionale di questo artista che onora dopo i suoi 40anni di carriera il Festival presentando una splendida canzone molto radiofonica e davvero molto molto bella- La sentiremo a lungo in radio – voto 9 Elettra Lamborghini – Musica e il resto scompare – Inizio con continua a leggere…

Caramelle (scartate)

Si intitola Caramelle la canzone di Pierdavide Carone e i Dear Jack, un brano che parla di pedofilia attraverso la voce di due ragazzini, Marco e Marika. Un brano la cui esclusione da Sanremo si sta rivelando una passerella verso il successo. Ancora una volta lo sbarramento di accesso per la manifestazione di Sanremo fa parlare di sè con una continua a leggere…

67° Sanremo – 2017 – Serata finale

Buonasera bella gente! Serata finale del Festival… Inizia con la presenza dei “Ladri di carrozzelle” che cantano il primo brano con ironia… “Alzate le mani che non le vedo” o ancora “La scala non ti preoccupare Carlo conti che te la faccio ad occhi chiusi….” E se ci mettono ironia loro… Iniziamo bene! Dopo aver presentato la giuria di qualità, continua a leggere…

67° Sanremo – 2017 – Quarta serata

Benvenuti! Inizia la quarta serata e noi siamo influenzati, febbricitanti ma presenti (febbricitanti per i microbi sia chiaro non per l’attesa…) Cantano i quattro giovani che rimangono in pausa in attesa del responso che li riguarda… Apre le canzoni… Ron – A un terzo ascolto c’è da rivalutare la canzone più per il suo testo che per il suo effetto continua a leggere…

67° Sanremo – 2017 – Terza serata

Serata dedicata alle cover e al riconoscimento anche allo Zecchino d’Oro di non essere mai stato fra i protagonisti della manifestazione. Unica nota stonata, scusate la battuta, Carlo Conti che pare aver fretta di voler congedare i bambini dal palco… Ma analizziamo la serata (preciso con gusto personale quindi opinabile e discutibile… Esprimo la mia opinione personale…): Chiara – Esegue continua a leggere…

67° Sanremo – 2017 – Seconda serata

Seconda serata. Eccone il resoconto… Iniziano i giovani che si sfidano direttamente per approdare alla finale.. Dei giovani non parlo semplicemente in attesa di vedere quelli che passeranno in competizione con i big ed evitare le solite polemiche sterili… Bianca Atzei – Apre la serata con la sua canzone che, sarà perchè forse quella di apertura della serata dei big. continua a leggere…

67° Sanremo – 2017 – Prima serata

Una carrellata di “mea culpa” apre la prima serata del Festival con un doveroso omaggio a Luigi Tenco. Anno 1967. Non ammesso. Seguono una serie di parole, di dichiarazioni, in ordine sconclusionato, per presentare vecchie e nuove glorie, quasi a voler giustificare le presenze degli uni e degli altri… Ore 21.15 la serata ha inizio… Apre in bianco e nero continua a leggere…

Giusy Ferreri – Fatalmente male

Giusy Ferreri Sanremo 2017 | Fatalmente male | testo canzone  FATALMENTE MALE | TESTO di R. Casalino, Takagi, Ketra, P. Catalano Se fuori piove è l’illusione che qualcosa ancora si muove i sintomi dell’amore sono altrove ci siamo fatti trasportare dall’odore di sensazioni nuove incapaci di dissolvere nell’aria le speranze in assenza di risposte formulo domande Vorrei sentirti dire che continua a leggere…

Ron – L’ottava meraviglia

Ron Sanremo 2017 | L’ottava meraviglia L’OTTAVA MERAVIGLIA | TESTO di R. Cellamare, M. Del Forno, F. Caprara, E. Mangia La mia vita è una candela brucerà lasciando cera è la scena di un romanzo che non so come finirà all’inizio un’altalena una storia, una sirena è la convinzione di raggiungerti anche in capo al mondo Anche quando sono in continua a leggere…

Fiumi di parole

Nel 1997 i Jalisse vincono il Festival di Sanremo con la canzone intitolata “fiumi di parole”… 10 anni prima iniziava la mia avventura radiofonica di scellerato e giovane scapestrato… Da allora di parole ne sono state dette tante, tantissime e di cose ne sono cambiate altrettanto… I miei ricordi di radio sono belli quanto variopinti e si richiamano ai vari anni continua a leggere…

Siamo tutti…

Altri attentati… Altre stragi… Altre minacce e anche noi non siamo messi benissimo… Le coste libiche distano dall’Italia circa 352 km e con dei missili a corto raggio siamo un bersaglio facile… (Lo sono anche la Spagna e il Portogallo…) Se pochi giorni fa eravamo tutti “Charlie” tanto da comprare un giornale che poi è finito nel caminetto, nel ripostiglio continua a leggere…