Il bacio? Mica serve una giornata mondiale!

Siamo ridotti male se dobbiamo ricorrere alla giornata mondiale del bacio, per estrapolare la scusa di un incontro di labbra (e magari non solo…) Come per tutte le altre date, forzatamente ricorrenti e poco spontanee, mi sembra che il pretesto faccia l’essere umano, falsamente audace e poco spontaneo… Per i grandi poeti il bacio era la massima aspirazione, il suggello continua a leggere…

Le tue mani…

Le osservavo ieri… Le tue mani sono stanche, provate dal tempo, dall’aria fredda di questi giorni… segnate dall’implacabile scorrere degli eventi… Sono mani vissute, stanche eppure ancora forti e resistenti alle prove a cui vengono sottoposte… Non importa loro se l’acqua è fredda come un tempo, se il vento gelido ne screpola la pelle in copertura… Le vene si ingrossano continua a leggere…

e regalarti un fiore…

Vorrei regalarti un fiore, un attimo di spensieratezza in un mondo che ci vuole sempre attenti…. …attenti a ciò che ci circonda, alle mode, alla gente che conosciamo, che frequentiamo, ai social, a ciò che ci viene detto, a quanto viene vissuto dalle altre persone, al mondo che ci ospita, alla moda e le sue mode, ai sorrisi di circostanza continua a leggere…

Aspettando il Natale [16]

Brrrr…. Il freddo attanagliava un pò tutto l’ambiente circostante… Le pigne, cadute a terra, erano vestite di un bianco velo… A terra, accovacciata, c’era una signora anziana con un cartello, con uno sguardo apparentemente dolce e con pochi cenci strappati addosso…. Tremava vistosamente, eppure, a ogni passaggio di piedi, senza nemmeno sollevare lo sguardo, ripeteva la sua cantilena terminandola con un continua a leggere…

Padre e figlio

L’altro giorno mi sono soffermato su una foto apparentemente tanto semplice quanto disarmante… Bella nella semplicità dell’attimo rubato sapientemente al tempo… Bella per quanto sa trasmettere e poco importa che la luce magari non sia quella giusta, che il gioco di ombre possa distogliere l’attenzione, che i soggetti non guardino in camera… E’ semplicemente bella per quello che è e continua a leggere…

Puoi amarmi comunque?

Si fa un gran parlare di famiglie, di differenze e si vuole necessariamente catalogare tutto, i modi di dire, di vivere, i sentimenti, le emozioni e si vuole costringere le persone a vivere secondo canoni prestabiliti, come se si dovesse forzatamente essere felici seguendo delle imposizioni che vengono dalla società e non dai sentimenti o da ciò che si prova… continua a leggere…

Giornata grigia

Osservo il cielo, lo guardo dai tuoi occhi lo vedo grigio senza luci, ma tu lo sai che tanto mi piaci? L’azzurro del cielo anima le tue pupille le contornano il tuo sorriso e sono ancor più belle Le guance rosse, rosea la tua pelle giornate cupe, serate di stelle… Osservo il cielo, lo guardo dai tuoi occhi… Cadente una continua a leggere…