Ingiustizia all'italiana

“La legge è uguale per tutti…” (o quasi…) Di certo non discuto quella Divina, mentre su quella degli uomini, va detto, c’è ancora molto, moltissimo da fare… Per paradosso, ci sono reati minori che vengono giudicati per direttissima e raggiungono a breve la condanna definitiva. Altri, specie quelli più efferati, ci mettono decenni, già solo per far partire i processi… continua a leggere…

Ladri di Presepe (vergogna!)

A Natale si è tutti più buoni! (eh! Magari!) La città di Aosta ha vissuto, nei giorni scorsi, un evento a dir poco incredibile quanto vergognoso…. Ancor più perchè perpetrato in una chiesa… In realtà esistono persone che non conoscono il limite invalicabile della vergogna. E’ tradizione, nelle case come nelle chiese, ospitare e realizzare un Presepe che trova sempre continua a leggere…

#madeinvda 2019

#madeinvda adesso tutti/tutte parlano e sparlano quando prima tutto si taceva per mille perché, per mille come, ma, se, però o chissà ancora per quale motivo… Legittimati/e dalla presenza di inchieste e non per senso civico o del comune pudore o per rispetto, e non degli accordi, ma del compito di rappresentare tutti, non solo chi li ha scelti, ma continua a leggere…

Non ha torto Greta

Non ha torto la ragazzina di 16 anni che ha iniziato una guerra per tutti. Mi ricorda quel ragazzo che in piazza Thienammen aveva sfidato i carri armati in segno di protesta. Una ragazzina di 16 anni è partita dal suo paese e dalla sua Stoccolma, cercando di svegliare dal torpore e dall’indifferenza, una massa di suoi coetanei intenti a continua a leggere…

Gogna fa rima con vergogna!

Accidenti! Quanto clamore, quanto scalpore, quanta cattiveria gratuita…. La colpa siamo noi! Siamo noi che alimentiamo il mercato delle notizie pruriginose (altrimenti un TG come StudioAperto sarebbe ben diverso da com’è e finalmente ci fornirebbe informazione vera e non gossip a gogò e video tratti da Youtube [fermo restando poi di ingaggiare con il suo editore furenti Guerre Santissime per continua a leggere…

Day 3 – E tu al suo posto che avresti fatto?

Una giornata come tante. Una fotocopia di mille altre giornate simili. A questo deve aver pensato uscendo dall’uscio di casa e ritrovandosi davanti all’ennesimo gesto di inciviltà e alla totale mancanza di rispetto. Salta al naso una certa rabbia davanti a certi gesti, a certe mancanze, banali per molti, vitali per altri… “ti mando un vocale, di 10 minuti, soltanto continua a leggere…

Nostra Signora… la Morte

In questi ultimi anni, la Signora Morte, più volte ha fatto sentire il suo passaggio, colpendo da vicino, vicinissimo, affetti cari, carissimi. E’ incredibile quanto, quando una persona scompare, vengano attivati immediatamente, quasi automaticamente, una serie di comportamenti anche discordanti fra di loro… Per alcune persone, chi non c’è più, viene immolato come una persona santa, meritevole di ogni buona continua a leggere…

C’è tetta e tetta…

2018 – Allattare al seno in pubblico ancora taboo? Ma fatemi ridere per favore!!! Questa cosa davvero mi fa ridere e incazzare…. Dunque! Faccio un ragionamento bislacco e me ne scuso… Vedere una donna/mamma che si dona (oltre i nove mesi) sfamando la propria creatura, potendolo fare, come natura insegna vi da così tanta noia e fastidio? Allora iniziate a continua a leggere…

C’è disagio e disagio…

Oggi parlo di disagi. Chi ne è immune? Nessuno direi, nemmeno io! Ieri, una ragazza che fa ginnastica artistica, si è praticamente scagliata addosso alla madre che era al suo seguito… “guarda come sono le altre e guarda invece come sei tu….” e questo con lo sprezzo e le lacrime addosso più di amarezza che di coscienza… La madre, inutile continua a leggere…

Adesso capite perchè votare era importante?

Tutti incazzati ora (dopo circa 90 giorni dal voto)…. prima di essere incazzati con quelli di destra, di sinistra, di centro, dell’Europa e dell’Italia… Si dovrebbe essere coerenti ed essere anzitutto incazzati con gli italiani che non andando al voto ci hanno e si sono messi in questa situazione in ambito nazionale (e credo anche in quello regionale)…. Ci sono continua a leggere…

Sotto scacco? No sotto ricatto! Vergognatevi!

4 marzo 2018 / 8 maggio 2018 Si fa la storia. Una storia a dir poco vergognosa. Io non mi sento rappresentato da voi! Da voi che mi avete portato a votare, a esprimere una scelta, a darvi fiducia (mal riposta) e a vedere che della mia scelta non riuscite a farvene nulla… Perdita di tempo inutile. Sperpero del denaro continua a leggere…

Di chi è la colpa adesso? (Nostra senza scuse!)

“Piove, Governo ladro!” Recita un antico motto popolare… In realtà, non si adatta al nostro Paese che da oltre due mesi dal l’esito delle urne, attende un Governo fra mille parole, promesse, riunioni e gran perdite di tempo… Tempo importante per una popolazione che attende, non tanto di sapere come va a finire, più che altro per le tante cose continua a leggere…

Termini di legge…

“Questo è un caso in cui bisogna chiedere scusa al popolo italiano“. A pronunciare queste parole è stata la giudice della Corte d’Appello Paola Dezani, ieri mattina, quando ha emesso la sentenza più difficile per lei da pronunciare. Ha dovuto prosciogliere il violentatore di una bambina, condannato in primo grado a 12 anni di carcere dal tribunale di Alessandria, perché continua a leggere…

Italica indignazione…

Scusatemi.. andrò contro corrente e mi farò anche odiare ma poco importa… rientra nelle mie caratteristiche… TUTTI/TUTTE a INDIGNARSI perchè hanno dato fuoco alle palme in centro a Millano! (Grandi! Siete davvero grandi! E in fondo avete ragione….) A voi rivolgo una domanda… Riuscite a essere egualmente indignati a livello proporzionale quando bruciano ettari di foresta amazzonica? O semplicemente perchè continua a leggere…

Cicciottella…

…è bello, è campione, è intelligente, è superiore, non è superficiale, è superiore, è verità, è tutto ciò che non sei tu con le tue privazioni, con i tuoi canoni ecc.. ecc… Scrive una signora in una lettera rivolta all’ Huffington Post … “Buongiorno, mi chiamo Deborah Dirani, ho 42 anni e da ieri sono cicciottella. E credo anche che continua a leggere…