Tatuaggi…

Ritorno sul tema tatuaggi…
Un pò di tempo fa avevo chiesto in rete a chi avesse dei tatuaggi, di parlarmene, di farmi capire la storia, il significato, i motivi dell’essere tatuati.
Come già detto in passato, sono particolarmente incuriosito e attratto da questo particolare universo, dal mondo dei tatuaggi, dei tatuatori, delle storie che ci sono dietro a ogni centimetro di pelle indelebilmente segnato e dal significato di queste storie, scelte e non solo…

Mi rendo conto che questa curiosità può essere molto border line e quindi anche essere mal interpretata e compresa… In realtà ciò che mi incuriosisce e tanto sono proprio le scelte che vengono operate… Dalla scelta del disegno, al luogo dove farlo, i perchè che portano a decidere un posto piuttosto che un’altro, un disegno invece che una scritta o altro ancora…

La scelta di un colore unico o più colori, dell’avere in evidenza o nascosto quanto tatuato… Le storie, i ricordi, i momenti legati alla decisione, a ciò che ne ha fatto scattare il desiderio, la realizzazione, il ricordo del e nel tempo, e naturalmente, non per ultimo, la possibilità di poter ammirare questi che possono essere semplici gesti realizzati con la china ai tempi di scuola sino a vere e proprie opere d’arte create e disegnate da artisti del tatuaggio…

E’ un mondo molto particolare e riservato, per molte persone, legato a ricordi di vita spesso splendidi, molte volte dolorosi e in alcuni casi con storie davvero avvincenti, emozionanti e belle da comprendere, da sapere, da conservare gelosamente specie da parte di chi apre il suo cuore, la sua mente e il suo scrigno nel mostrare con difficoltà quanto porta con sè…

Ci sono storie di interventi inevitabili che portano a ridisegnare la parte estetica del proprio corpo interessata dal passaggio dei bisturi a quello del pennino per cercare di nascondere, per esempio, l’asportazione di piccoli/grandi “mali”… Altri che vedono l’intervento in due tempi su un primo disegno che ha “perso” valore o significato o è legato a momenti o persone che appartengono a un passato all’epoca lieto e poi venuto meno e quindi mutati come disegno e come significato per bisogno più che per vezzo…

Esistono poi ricordi teneri e indelebili come le prime scritte di figli o messaggi e frasi uniche che tanto riescono a dare come forza interiore e che si ha il desiderio di fissare sul proprio corpo come promemoria costante e continuo… C’è chi per ogni figlio/a, per ogni persona importante della e nella propria vita decide di incidere un segno, una iniziale, un simbolo perchè resti indelebile anche sulla propria pelle oltre al tempo e alla memoria…

Tante storie dietro ai tatuaggi.. ed io infinitamente e discretamente curioso di scoprirle, di capirle e di conoscerle… io che tatuaggi, al momento non ho e che se mai dovessi farne uno sarebbe, per mia scelta e senza critica alcuna nei confronti di chi sceglie modi, dimensioni e maniere diverse di viverli; piccolo e nascosto agli occhi di tutti…

Di cose da dire sul tema ce ne sarebbero tantissime ancora… e mi riprometto di tornarci anche perchè, appena mi sarà possibile, andrò da un mio caro amico che fa il tatuatore e, di comune accordo, avrò la possibilità stupenda e unica di poterlo ammirare al lavoro e sarà per me stupendo potervi raccontare quanto vissuto in quella occasione!

Resta comunque viva la curiosità di conoscere le strie di chi abbia voglia di parlarmi o scrivermi, anche in privato e mantenendo chiaramente l’anonimato più assoluto, del proprio percorso, delle proprie vicende e delle personali esperienze legate ai personali tatuaggi che vive, che porta con sè…

L’intento è quello di poterne parlare, come detto mantenendo assolutamente l’anonimato, in questo blog e quindi portare a conoscenza di chi bene non conosce questo mondo, storie che possono far comprendere meglio questo universo specie nei confronti e per chi ama parlare e sparlare a vanvera e magari sputando sentenze o giudizi dettati più da ignoranza e pregiudizi che nei giorni nostri dovrebbero essere abbattuti come inutili barriere…

Spesso, quando si incontrano persone con tatuaggi, specie se questi evidenti, mi imbatto in commenti di vario genere e mentre alcuni li posso capire…, altri faccio fatica a comprenderli perchè dettati da una forma di pregiudizio e di ignoranza nei confronti di coloro che portano queste “storie” e ricordi segnati sul proprio corpo… Alla fine i tatuaggi, per queste persone, non sono altro che una forma di testimonianza che vuole andare oltre il tempo e che si sceglie di portare con sè per tutta la vita al punto di volersela incidere non solo nella memoria, che con il tempo può giocare brutti scherzi, ma anche con il corpo, che si trasforma in una sorta di diario di vita…

Credo che parlandone, facendo emergere queste storie, si possa in qualche modo far capire ciò che porta a fare questa scelta, che può rimanere condivisibile come o chiaramente, ma se se ne conoscono i motivi, le storie che ci sono dietro, rendono, agli occhi di chi spesso parla senza sapere, più comprensibile il peso delle parole che dicono sino al punto forse anche di pensarci sù bene prima di sparlare senza senso e per partito preso o per comune sentito dire… (spesso a vanvera…)

Certo si parla di tatuaggi realizzati da professionisti e, nonostante le avventure che possono avvenire in tempi scolastici da scavezzacollo, ricordo che è sempre ed esclusivamente bene rivolgersi a professionisti ce utilizzano materiali idonei, sterilizzati sempre e con il rispetto delle vigenti norme di legge e di comportamento… chiaro!

Di cose sul tema ce ne sarebbero da dire tantissime… io spero di ritornarci anche con vostre storie, con vostre testimonianze, immagini al punto che sarebbe bello poter aprire una sezione del blog dedicata a questo tema, che può popolarsi con vostri contributi anche anonimi ma che possono così essere in grado di far capire a chi spesso non riesce ad andare oltre a ciò che vede…

Nella speranza di vostre risposte, intanto , grazie e a presto e come sempre… buona e serena vita bella gente… Namaasté, Alè!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*