Tette e culi

Indubbiamente, anche in questo blog, ciò che più attira i lettori sono le tette.
Fra le statistiche di quanto ho scritto nel tempo, senza dubbio ha un posto di rilievo  “che importanza date alle tette” ma anche con gli altri non si scherza…
In realtà quel post non è dedicato a chi decide di mostrare il proprio seno o i propri attributi, bensì a un tema importante quale il cancro, i suoi effetti e ciò che molte donne vivono sulla loro pelle…
Guardando in rete, oggi , scopro che “il fatto quotidiano” riporta una notizia alquanto bizzarra che ha interessato la rete, il web e in maniera bipartisan ragazze e ragazzi di diversa età e genere… tette e culi … una guerra al grido di #escile… e la notizia recita così in un estratto…

“Sui profili ‘spotted’ delle università italiane è andata in scena la sfida osé “#Escile”, lanciata sulla pagina Facebook Spotted: Polimi e subito raccolta dagli studenti della Bocconi. Si sono poi accodati l’università Statale e la Cattolica, di ora in ora sono aumentate le foto: dalle scollature generose ai lati b di signorine decisamente generose per arrivare, con il passare delle ore, alle foto degli uomini nel segno dellaparità di genere: torsi nudi, bicipiti muscolosi, addominali scolpiti e per finire foto irriverenti ed ironiche.La trovata è sicuramente una prima assoluta per il mondo accademico italiano, ma non una novità a livello globale. In passato la moda di spogliarsi in sostegno alla propria università o al proprio college è già stata percorsa negli Stati Uniti e nel Regno Unito. In maniera più o meno organizzata foto scollacciate sono state postate, ad esempio, nel 2013 dalle ragazze dell’università del Kansas per sostenere il team di basket. Lo scorso anno, invece, la squadra di rugby femminile dell’università di Oxford e la squadra femminile di canottaggio dell’università di Warwickhanno realizzato, per beneficenza, delle foto senza veli che hanno fatto discutere.”

In realtà non sarà di certo una trovata nuova ma sempre fa parlare il web che, come detto si dimostra curioso di tette e culi. Peccato che si sia meno curiosi di altri temi importanti e di cui ci sarebbe sicuramente di più da scrivere e riflettere…. Certo vale sempre il famoso , e non riconosciuto ufficialmente detto che, “tira di più un pelo di… che un carro trainato da buoi…” ma è altrettanto vero che se siamo come siamo, e viviamo la società che viviamo, molto probabilmente è anche per queste cose…
Giusto per completare il post strambo, posso dire personalmente, che da uomo quale mi ritengo, non ho mai dato importanza alle tette per la loro dimensione, come la maggior parte della categoria, ma per i loro particolari, ben più interessanti che la dimensione… E con questo chiudo…. Credo sia indubbiamente meglio non fermarsi solo alle apparenze…
Insomma questo post, a differenza di tutti gli altri impegnati, di riflessione e non solo, serva a suo modo a far ragionare…
Per altro c’è da dire che come avevo già segnalato a suo tempo… iniziative di questo genere erano ugualmente già state segnalate proprio per iniziative a fin di bene… come questa “chi ci mette la faccia e chi le tette” che vede protagoniste donne di tutte le età!
Dunque non facciamo i puritani e o le persone che si scandalizzano davanti a queste iniziative… Ah a beneficio di donne e uomini riporto alcune delle immagini a corredo del citato articolo….
… come sempre buona giornata e buona vita bella gente… (che abbiate le tette o  i culi in bella mostra o meno…)

Schermata 2016-04-20 alle 07.07.48 Schermata 2016-04-20 alle 07.08.03 Schermata 2016-04-20 alle 07.08.27 Schermata 2016-04-20 alle 07.09.09 Schermata 2016-04-20 alle 07.10.23

Lasciami la tua opinione :)