Uno per tutte e tutte per uno…

Giorni fà, alcune donne, hanno avuto la possibilità di fare delle foto con un noto personaggio. In questo periodo imperversano, specie nei social, le foto realizzate con personaggi famosi…

La differenza sostanziale è che se viene fatta la foto con un noto attore di serie tv/film per tutti, nulla si dice se non una sorda e pura invidia… se invece viene pubblicata o messa in mostra la foto realizzata con un attore, un uomo la cui fama e notorietà è maggiore per le sue conoscenze legate al mondo femminile, ecco che tutto cambia….

Pregiudizi, bigottismo, ignoranza… ma vergogna! Ma basta…. vi prego! Non siamo più nel medio evo (dove per altro comunque certe cose avvenivano nel silenzio sordo dell’ignoranza e del silenzio…)…

Da tempo si è ampiamente superata la visione romantica e puramente rara dell’unico uomo/donna per tutta la vita… e poi comunque che male c’è? Che male c’è guardare o farsi una foto con un noto personaggio del genere?

Un uomo che ha goduto della compagnia di tante donne (e per questo molte di loro non lo definiscono certo male anzi… ne parlano e ne decantano doti e/o esperienze…), e che non viene mal giudicato per questo (come notoriamente e solitamente avverrebbe…)

Ma come? Se un uomo, solitamente, frequenta più donne (o viceversa una donna frequenta più uomini) viene mal etichettato, giudicato, criticato, ecc.. ecc…

In questo caso invece si ha un rapporto diverso… una quasi ricerca della foto con lui, una elevazione del suo essere… sia per le sue doti amatorie che per la sua fama…

Non capisco poi perchè tanta chiusura mentale da parte di certe persone… Perchè mal apostrofare chi ha fatto una foto? Ma poi ci fosse stato anche altro? Che importa loro?….

In questa epoca in cui l’essere social e il piacere di poter anche voler condividere una cosa così (innocente, perchè una foto, una eventuale palpata o altro è comunque innocente e nulla di scabroso o di scandalistico…) tutto viene amplificato sia nel bene che nel male….

Resto fortemente dell’idea che c’è più da vergognarsi di ciò che non si mostra e non si dice, che si tiene nascosto piuttosto di ciò che si mette in mostra o si dice senza vergogna appunto o paura….

Non è forse che si critica per sorda invidia? Per imbarazzo e/o per ignoranza appunto? Secondo me si eccome!

Si tollerano cose ben peggiori e lo dico proprio nel giorno in cui ricorre una data contro la violenza domestica e non solo sulle donne…

Ecco appunto la violenza… questa non suscita lo stesso scalpore, ribrezzo, rabbia o commenti di altre cose… Si arrivano a tollerare a passare sopra le violenze di genere o di fatto e invece ci si scatena in giudizi e pregiudizi vari?

Ma in che razza di tempi e società stiamo vivendo? Ve lo chiedete mai? Io si sempre di più e sempre più spesso…

Non si tratta di mettere in discussione i “sani” principi (che poi chi ha detto che lo sono e con che parametro?)… ma bensì il non prendersi e non prendere in giro gli altri/e persone con apparenze che non corrispondono poi alla realtà….

Spiegatemi poi, se riuscite, dei concetti che a me personalmente sfuggono…

Se un uomo (per gli uomini) ha tante esperienze e rapporti (sessuali e/o non) è un “grande”, un “figo”, un latin lover ecc… ecc… (e per altro viene fra le altre cose ricercato e/o stranamente ambito)….

Se una donna (di contro, sia per uomini che apparentemente per le donne) ha tante esperienze o storie, o è una “poco di buono”, una “sgualdrina” una donna dai “facili costumi” … e chi più ne ha ne metta…. ( e viene da uomini ricercata o non rispettata disprezzata mentre dalle donne, spesso, insultata emarginata e/o anche di peggio…)

Se mentre gli uomini, solitamente, sono più propensi a esporsi e parlare di certe cose (vuoi per loro ego personale, più grande di altre dimensioni…, vuoi per spacconeria o altro…), le donne tendono a non parlarne ma di contro a essere più “concrete” e meno propense a vantarsi e/o a parlarne…

Quindi, prendo spunto dal titolo, uno per tutte e tutte per uno, in questo caso (quello della serata e delle fotografie (e non solo) e i commenti vari… vale eccome…

Forse sarebbe bene ricordare la frase famosa, più volte pronunciata dal personaggio in questione… “Non basta averlo grosso per far provare piacere…ma è più importante saperlo usare bene…” (o qualcosa di simile…)

Sono concorde sul fatto che la virilità di un uomo non passa dalle dimensioni di ciò che si porta per tutta la vita fra le gambe…. son ben altre dimensioni quelle che contano…  (e #nonsoloil25 – non solo oggi o un giorno all’anno… sia ben chiaro! e la cosa vale sia per gli uomini che per le donne….)

Come al solito mi sono dilungato…ma tornerò sul tema e in maniera meno disordinata…

Lasciami la tua opinione :)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: