Viva l’onestà!

Dalle cronache di Mantova…

Il pensionato di Castellucchio si presenta alla stazione dei carabinieri, disperato, per denunciare lo smarrimento del proprio portafoglio che conteneva la bellezza di 33.000 euro in contanti. Una cifra – non si sa con precisione – che all’uomo serviva forse per fare un pagamento. Sta di fatto che, mentre faceva benzina al distributore che si trova all’interno del centro commerciale, il settantenne ha perso il portafogli, che gli era caduto fuori dall’auto, senza che lui se ne accorgesse. I carabinieri di Castellucchio, avvisati del fatto, sono subito corsi sul posto ed hanno controllato il video del sistema di sorveglianza installato sull’area di servizio e sulle pompe di carburante. Hanno visto chiaramente che il borsello caduto a terra era stato raccolto da un altro cliente. Le telecamere hanno inquadrato l’auto e la targa e con quella i carabinieri sono subito risaliti all’intestatario. Gli stessi militari lo hanno subito chiamato al telefono, ma l’automobilista aveva già compiuto il suo dovere. Restituito il portafoglio al suo legittimo proprietario ‘l’impiegato ha ricevuto una discreta mancia, qualche centinaio di euro, per il gesto di onestà, non così scontato di questi tempi.
Fonte

Oggi riporto questa notizia a lieto fine perchè è bello, in una marea di notizie amare, credere ancora che ci siano ed esistano persone oneste e che, nonostante le mille difficoltà della vita moderna, mantengono una onestà e una integrità che va ben oltre all’immaginabile.
Meno male che esistono persone così! Io, sono sincero, non so come mi sarei comportato… Credo anche io che avrei chiamato le forze dell’ordine per restituire il tutto e non solo per l’educazione ricevuta ma perchè da ragazzino mi è accaduto anche a me di perdere il portafoglio con documenti e poche migliaia di lire… Un ragazzino di allora, adesso uomo di cui nutro rispetto, trovato il portafoglio e avendo visto a chi apparteneva, si interessò a mettersi in contatto per renderlo…

Per quanto banale, per quanto pochi fossero i soldi e maggiore lo sbattimento per i documenti, ancora oggi sono grato di un gesto così semplice quanto gradito.

Posso dire di aver incontrato nella mia vita, sin qui, persone nobili d’animo e nel loro essere e persone talmente bieche che amano apparire come in realtà non sono e di cui non mi fiderei a lasciare nemmeno un centesimo sul tavolo sapendo di correre il rischio di vedermelo fregare sotto gli occhi…

E’ bello riscoprire che esistono persone belle per questi gesti, magari banali, scontati, semplici, di educazione civica e morale, che guadagnano le cronache per l’onestà… ma in un periodo in cui tale virtù è talmente rara… ben venga! Dunque: viva l’onestà!

Buona giornata e buona serena e onesta vita bella gente… Namastè, Alè!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*