Ieri sera la notizia…

Missili, o porzioni di tale, hanno colpito una fattoria in Polonia e sono morti due agricoltori.

Subito la corsa alla ricerca dei colpevoli tanto da un fronte quanto dall’altro.

Una veloce escalation di accuse, di paroloni che volano alte e che mi ricordano tanto un video virale.

Due gruppi di cani che, separati da un cancello, si ringhiavano brutalmente addosso, sino a quando il cancello non sfila.

Ecco che i due gruppi di cani, liberi e senza alcun ostacolo che li divide, decidono autonomamente e liberamente di non considerarsi e andare ognuno per suo conto.

In questa guerra, perché di guerra si parla, il prossimo scenario potrebbe essere questo.

Evitare una amplificazione delle tensioni in atto per non espandere a macchia d’olio questo conflitto trasformandolo di fatto in terza guerra mondiale.

É bene ricordare che tanto la prima, quanto la seconda Grande Guerra, sono state frutto di pretesti che sono stati alimentati a dismisura sino a esplodere nei vari conflitti.

L’idea del “deja vu” mi porta a pensare all’ 11 settembre 2001, dove i dubbi su quanto avvenuto sono stati tanti.

Vedremo come si svilupperanno gli eventi…

Io di mio vorrei comunque proseguire la mia vita perché l’elenco delle cose da fare e provare è ancora lungo quindi….