Realizzato con Amore in 🇮🇹 | Online since 1992 !

Tag: poesia

1983 – Lucio Dalla

1983 – Lucio Dalla

Recensioni
A leggere bene il testo di questa canzon di Lucio Dalla si capisce molto bene quanto ad oggi manchi un artista della sua portata. Precursore dei tempi, questa canzone risulta essere attuale ancora oggi che siamo nel 2023. La ascolto e la riascolto e mi resta sempre impressa e rimango convito che per l'epoca in cui è uscita è una grande opera d'arte. Riporto anche a voi il testo della canzone e il vido della stessa. 1983 - Lucio Dalla Le dieci del mattino e mi scoppia la testaCome se avessi bevuto una botte di vinoO fossi stato alla mia festaApro la finestra, è ancora buioButto un urlo per strada, ma non mi risponde nessuno Il mio cuore si è rotto, come uno specchio si è rottoSi è rotto quel bellissimo orologio, ti ricordi, come lo chiamavi tuIl silenzio continua, sono al...

Quanto manca al Natale?

Recensioni
Giornata strana quella di ieri… Indubbiamente triste…Malinconia, voglia di essere ovunque, basta che sia altrove… Verso sera, per strani giochi della memoria, torna in mente l strofa di una canzone che si ripete in loop, in una sorta di continuo temporale e che mi accompagna a casa, nonostante l’autoradio suoni ben altro… https://www.youtube.com/watch?v=OqwcV82VqUY&ab_channel=degregoriVEVO Francesco De Grigori — Natale C’è la luna sui tettie c’è la notte per stradale ragazze ritornano in tramci scommetto che nevica,tra due giorni Nataleci scommetto dal freddo che fa. E da dietro la portasento uno che salema si ferma due piani più giùun peccato davveroma io già lo sapevoche comunque non potevi esser tu. E tu scrivimi, scrivimise ti viene la vogliae raccontami quello...

Una città per cantare

Recensioni
Quando la musica diventa magia… Una città per cantare! Mi ricordo che ero poco più che un gagno, un bimbo, e i giradischi poggiavano sui mobili di vetro in sala… Hai presente quelle sale in cui i divani erano coperti da coperte e cellophane e c’era sempre il mobiletto in vetro in cui si conservava l’impianto Hi-Fi… La radio, il giradischi, i dischi e le casse da cui si poteva ascoltare a buon volume la musica…. Ecco, fu in quelle sere fra amici dei miei che mi appassionai a canzoni come “Una città per cantare” di Lucio Dalla, affidata al suo figliuolo musicale Ron e con padrino il buon Francesco De Grigori… Quante volte con le cuffione a buon volume ho posizionato e riposizionato la puntina su quel vinile per sentire quasi allo sfinimento questa canzone? https://www.youtub...

Ho amato tutto

Diario, Recensioni
Esistono delle canzoni che hanno il potere dirompente di risvegliare emozioni laceranti quanto forti. Una di queste , per me, è "HO AMATO TUTTO" interpretata dalla insuperabile TOSCA. La musica sposa la poesia e tutto si trasforma in emozione pura, in magone, in un groppo in gola a cui è difficile resistere.... HO AMATO TUTTO - TOSCA Tre passi e dentro la finestraIl cielo si fa mutoResto lì a guardareIo so cantare, so suonare, so reagire ad un addioMa stasera non mi riesce nienteStasera se volesse DioFaccio pace coi tuoi occhiFinalmente Con te ho riscritto l'alfabetoDi ogni parola stanca il significatoPerfettamente inutile cercare di fermare l'onda cheCi annega e ci lascia senza fiatoEd è una musica che vaIn un istante è primaveraChe ritorna E come un pesce che non può p...

Tienimi la mano

Diario, Vari
"...stammi più vicino e tienimi la mano..." così Fabio Concato in una sua canzone. In quante occasioni compiamo questo gesto?Tantissime! Da bambini, quando ancora claudicanti, ci tengono per mano per evitare di schiantarsi per terra..., quando si stà stretti per paura di perdersi nella massa di persone, quando ci si accompagna in un gesto di affetto e di vicinanza, quando si è innamorati passeggiando insieme, quando si sta vicino a una persona ammalata, quando si vuole dare coraggio, quando si vuole dare aiuto, in situazioni di pericolo ci si tiene per mano, quando da piccoli si fa il girotondo, quando a messa ci si scambia un gesto di pace, quando si vuole accompagnare nell'ultimo viaggio una persona, quando si vuole infondere coraggio, quando si ha il piacere di dimostrare af...

Pensiero.

Diario, Storie
Non c'è che dire o fare; sovente ci si ferma a pensareSon tanti piccoli esseri viventi; conosciuti e assai frequentiCi animano e amano, a volte dandoci una manoSon ricordi sbiaditi, sogni scarnitiAlcuni in anfranti distanti, e in cassetti vagantiLe chiaman riflessioni,ce nè per tuttiBravi e buoni, strani e mattacchioniNon c'è che dire, di termini ve nè a non finireEppure senza disquisire, ciò che può apparireSpesso è ciò che non può avvenire.Rimane dunque l'amaro di chi poco dopo vede chiaroMa c'è pure chi con ambizione cerca con attenzioneDi materializzare tutto ciò che può fareE la soddisfazione ricompare come per incantoLasciando distante il male e il piantoMa stacci attento; il pensiero è come il ventoNon c'è che dire o fare perchè prima o poi torna a far pensare...