Realizzato con Amore in 🇮🇹 | Online since 1992 !

Tag: ricordi

1983 – Lucio Dalla

1983 – Lucio Dalla

Recensioni
A leggere bene il testo di questa canzon di Lucio Dalla si capisce molto bene quanto ad oggi manchi un artista della sua portata. Precursore dei tempi, questa canzone risulta essere attuale ancora oggi che siamo nel 2023. La ascolto e la riascolto e mi resta sempre impressa e rimango convito che per l'epoca in cui è uscita è una grande opera d'arte. Riporto anche a voi il testo della canzone e il vido della stessa. 1983 - Lucio Dalla Le dieci del mattino e mi scoppia la testaCome se avessi bevuto una botte di vinoO fossi stato alla mia festaApro la finestra, è ancora buioButto un urlo per strada, ma non mi risponde nessuno Il mio cuore si è rotto, come uno specchio si è rottoSi è rotto quel bellissimo orologio, ti ricordi, come lo chiamavi tuIl silenzio continua, sono al...

Benedetto XVI a me non piaceva

Diario, Vita
Mi rendo conto di dire una cosa scomoda. Ammetto la mia ignoranza, nel senso che non conoscevo nè l'elevatura dell'uomo, nè tutto ciò che è stata la sua storia e cosa lo abbia portato ad essere il Papa che, a suo modo, a segnato , indubbiamente, la storia. Ammetto di non essere un seguace assiduo delle vicende legate al Papa, ma posso dire di essere , personalmente, stato testimone di alcune situazioni che mi hanno dato da riflettere. In primis, e me ne scuso, il paragone fra San Giovanni Paolo II e Papa (emerito) Benedetto XVI. Tutti e due hanno onorato, con la loro presenza, la località di Les Combes di Introd in Valle d'Aosta. RIcordo che per Benedetto XVI venne approntato un giardino apposito, come venne portato nell'alloggio riservato al Santo Padre, un pianoforte per ...

Quanto manca al Natale?

Recensioni
Giornata strana quella di ieri… Indubbiamente triste…Malinconia, voglia di essere ovunque, basta che sia altrove… Verso sera, per strani giochi della memoria, torna in mente l strofa di una canzone che si ripete in loop, in una sorta di continuo temporale e che mi accompagna a casa, nonostante l’autoradio suoni ben altro… https://www.youtube.com/watch?v=OqwcV82VqUY&ab_channel=degregoriVEVO Francesco De Grigori — Natale C’è la luna sui tettie c’è la notte per stradale ragazze ritornano in tramci scommetto che nevica,tra due giorni Nataleci scommetto dal freddo che fa. E da dietro la portasento uno che salema si ferma due piani più giùun peccato davveroma io già lo sapevoche comunque non potevi esser tu. E tu scrivimi, scrivimise ti viene la vogliae raccontami quello...

Una città per cantare

Recensioni
Quando la musica diventa magia… Una città per cantare! Mi ricordo che ero poco più che un gagno, un bimbo, e i giradischi poggiavano sui mobili di vetro in sala… Hai presente quelle sale in cui i divani erano coperti da coperte e cellophane e c’era sempre il mobiletto in vetro in cui si conservava l’impianto Hi-Fi… La radio, il giradischi, i dischi e le casse da cui si poteva ascoltare a buon volume la musica…. Ecco, fu in quelle sere fra amici dei miei che mi appassionai a canzoni come “Una città per cantare” di Lucio Dalla, affidata al suo figliuolo musicale Ron e con padrino il buon Francesco De Grigori… Quante volte con le cuffione a buon volume ho posizionato e riposizionato la puntina su quel vinile per sentire quasi allo sfinimento questa canzone? https://www.youtub...

Ricordi

Diario, Vita
Certi ricordi rimangono nella memoria per molto tempo, altri invece finiscono in scatole che la nostra memoria non sa ben gestire e semplicemente archivia ma non cancella perché ricordi realmente importanti e indelebili. Capita così che riordinando ricordi e scatole si finisca per voler sbirciare all'interno di queste ultime... Capita poi di spiegare un foglio e di ritrovare parole che da piccolo sentivi ripetere da un grande saggio! Spesso mi chiedo cosa direbbe di me quel Grande Uomo! Me lo ricordo preso all'interno del suo garage tutto attrezzato e con tutti i ferri in ordine, lavorare la saggina per ricavarvi delle scope..., me lo ricordo mentre mi portava a passeggio fra i campo dispensandomi perle di saggezza valide ancora adesso e che il tempo rende eterne, me lo rico...

Ho amato tutto

Diario, Recensioni
Esistono delle canzoni che hanno il potere dirompente di risvegliare emozioni laceranti quanto forti. Una di queste , per me, è "HO AMATO TUTTO" interpretata dalla insuperabile TOSCA. La musica sposa la poesia e tutto si trasforma in emozione pura, in magone, in un groppo in gola a cui è difficile resistere.... HO AMATO TUTTO - TOSCA Tre passi e dentro la finestraIl cielo si fa mutoResto lì a guardareIo so cantare, so suonare, so reagire ad un addioMa stasera non mi riesce nienteStasera se volesse DioFaccio pace coi tuoi occhiFinalmente Con te ho riscritto l'alfabetoDi ogni parola stanca il significatoPerfettamente inutile cercare di fermare l'onda cheCi annega e ci lascia senza fiatoEd è una musica che vaIn un istante è primaveraChe ritorna E come un pesce che non può p...

Prefazione (al Natale)

Diario
Da giorni sto pensando di rispolverare un racconto che é stato scritto nel 2016. All'epoca mi sono divertito a cercare di creare un racconto a puntate che poi ha dato vita a una sorta di micro libro. Aspettando il Natale é infatti il libro digitale gratuito che avevo messo a disposizione proprio in occasione del Natale 2016. Credo proprio che sarà il mio personale calendario dell'avvento questo "omaggio" al Natale. A voi che leggete questo spazio apprezzerete questa iniziativa? Sarei felice di ricevere un vostro riscontro in tal senso...

Tempo che passa

Diario, Vita
Il tempo passa e non torna indietro. Da piccolo il tempo sembra eterno, non trascorrere mai e vorresti che fosse più veloce. Da ragazzini si inizia a sognare e ti scoccia quando tutti, persino a scuola, ti chiedono cosa tu voglia fare da grande. (Quando nemmeno tu ancora lo sai e continui a sognare...) Da adulti si ha una maggior contezza del tempo e via via che questo passa si prende coscienza di quanto sia importante spenderlo al meglio. Mano a mano che le candeline aumentano, se si ha la fortuna di vederle aumentare, si diventa avari del tempo. Si vorrebbe averne di più mentre la vita da frenetica diventa necessariamente più lenta. Quando si diventa anziani ecco che il tempo diventa un compagno sfacciato quanto nuovamente lungo... Si torna a fare i riposino come da...

Grovigli – Malika Ayane

Recensioni
Vi capita mai di sentire una canzone che poi vi rimane nella testa e non riuscite a non ascoltarla all'infinito? A volte , certi periodi o circostanze della vita, vengono sottolineati e ricordati da un tappeto sonoro che li accompagna in maniera splendida. E' il caso di Grovigli, una canzone di Malika Ayane che ho riscoperto e che non riesco a non ascoltare in loop... La ripropongo a voi! Grovigli - Malika Ayane. Ti sento scorrere tra le mie vertebrenon so distinguerti dal veleno che ho sulla pellesei nel mio stomaco come uno spifferopuoi farmi in pezzi senza che quasi riesca a sentirlonon lascerò che sia il senno a decidereciò per cui combattere, cosa perderestai con me anche se male faràil pensiero di te mi prenderà mi trascinerà in un groviglio di voglieperché del calcol...

Spazzatura digitale

Diario, Tips & Tricks
Oggi, mentre andavo a lavoro, pensavo a quanta "spazzatura digitale" creiamo senza nemmeno rendercene conto. Tutte quelle foto che scattiamo perché ci servono particolari in momenti della giornata e che realmente non ci servono (in quanto le usiamo una sola volta e basta) La cosa buffa é che non le cancelliamo. Le teniamo lì. Conserviamo, senza magari volerlo, una marea di dati che a tutti gli effetti non ci servono ma che per comodità  ci portiamo dietro senza nemmeno accorgerci di farlo. L'esempio delle foto é il più semplice. Se pensate, una volta, per fate delle foto si sceglieranno i rullini giusti, la quantità di pose da scattare, da 12 a 24 sin a 36... Si doveva fare attenzione al rullino, al suo corretto uso e alla sua giusta conservazione. Per vedere le foto...

Com’esuli pensieri

Diario, Vari
Oggi, portando a passeggio il cane, mi sono accorto di una silenziosa assenza. Mi mancava il cinguettio dei volatili che nel periodo primaverile estivo, rallegrano, con il loro canto, l'ambiente. Forse per le basse temperature, nemmeno i corvi hanno osato uscire stamane. Mi é tornata così in mente la poesia del "vespro migrat..." La riporto con piacere e un pizzico di nostalgia per quel periodo in cui mi é stato messo come compito l'obbligo di impararla a memoria. Sono passati diversi anni da allora, tanto nel bene quanto nel male... eppure me la ricordo ancora... Giusuè Carducci - San Martino La nebbia agli irti collipiovigginando sale,e sotto il maestraleurla e biancheggia il mar; ma per le vie del borgodal ribollir de' tiniva l'aspro odor dei vinil'ani...

Ritorno alle origini

Diario, Storie
E' come farsi volutamente del male... ogni volta che ci torno è sempre così... si riapre una ferita in verità mai chiusa... Ricordo ancora le facce tristi che non avevano bisogno di parole per dire ciò che era comprensibile quanto assurdo e totalmente ingiusto... Mi bastava osservare il tuo sguardo e la secchezza delle tue labbra che sposavano quella delle palpebre che avrebbero voluto rompere quella diga che da allora contiene tutto quel dolore e quella naturale rabbia che ci sta e che è comprensibile e condivisibile in cuor mio... No! non avrebbero mai dovuto proferire quelle parole amare, cattive, senza senso e senza alcuna ragion di esistere... eppure... eppure sono state dette ed io le ho sentite, nella loro stupidità, nella loro totale freddezza e cattiveria... Ne ...