Realizzato con Amore in 🇮🇹 | Online since 1992 !

Tag: storia

1983 – Lucio Dalla

1983 – Lucio Dalla

Recensioni
A leggere bene il testo di questa canzon di Lucio Dalla si capisce molto bene quanto ad oggi manchi un artista della sua portata. Precursore dei tempi, questa canzone risulta essere attuale ancora oggi che siamo nel 2023. La ascolto e la riascolto e mi resta sempre impressa e rimango convito che per l'epoca in cui è uscita è una grande opera d'arte. Riporto anche a voi il testo della canzone e il vido della stessa. 1983 - Lucio Dalla Le dieci del mattino e mi scoppia la testaCome se avessi bevuto una botte di vinoO fossi stato alla mia festaApro la finestra, è ancora buioButto un urlo per strada, ma non mi risponde nessuno Il mio cuore si è rotto, come uno specchio si è rottoSi è rotto quel bellissimo orologio, ti ricordi, come lo chiamavi tuIl silenzio continua, sono al...

ARGENTOVIVO

Recensioni
Vi prego. Ve lo chiedo come favore personale. Prendetevi 5 minuti della vostra vita. Fermatevi per 5 minuti. Concedetevi un ascolto completo di questa canzone. Leggetene il testo, seguitelo con la canzone. Riascoltatela e poi ascoltatela ancora. Appartiene a tre anni fa, eppure come era bella allora, ancor di più è bella e acquista significato in questi tempi, giorni. Più mi guardo attorno e più ci riconosco le nuove generazioni e in parte anche porzioni della nostra. Un testo tanto forte quanto schietto, senza fronzoli, chiaro e lampante. Il video è adeguato alla canzone e si sposa fantasticamente e genialmente alla canzone interpretata da tre artisti tanto diversi quanto complementari fra di loro. Daniele Silvestri – Argentovivo (feat. Rancore & Manuel ...

Il nostro tricolore

Vari, World
Il tricolore italiano quale bandiera nazionale nasce a Reggio Emilia il 7 gennaio 1797. Viene così ricordato ogn anno. Personalmente mi fa piacere anche se, sempre più, mi accorgo che noi, come popolo, non siamo così fortemente radicati a questo simbolo comunitario, se non che durante alcun eventi sportivi di alto livello o in situazioni particolari. In altre Nazioni e/o popoli, 'affetto, l'attaccamento alla bandiera, alla nazione, è davvero molto forte al punto che su ogni edificio, ogni abitazione, ha una bandiera esposta (vedi per esempio in America). Intanto è bene sapere alcuni cenni storici, presi come spunto dal sito ufficiale del Quirinale, inerent la storia della nostra bandiera nazionale. Dopo la nascita della Repubblica, un decreto legislativo presidenziale del 1...

Sa di “deja vu”…

Vita, World
Ieri sera la notizia... Missili, o porzioni di tale, hanno colpito una fattoria in Polonia e sono morti due agricoltori. Subito la corsa alla ricerca dei colpevoli tanto da un fronte quanto dall'altro. Una veloce escalation di accuse, di paroloni che volano alte e che mi ricordano tanto un video virale. Due gruppi di cani che, separati da un cancello, si ringhiavano brutalmente addosso, sino a quando il cancello non sfila. Ecco che i due gruppi di cani, liberi e senza alcun ostacolo che li divide, decidono autonomamente e liberamente di non considerarsi e andare ognuno per suo conto. In questa guerra, perché di guerra si parla, il prossimo scenario potrebbe essere questo. Evitare una amplificazione delle tensioni in atto per non espandere a macchia d'olio questo con...

Una del gruppo

Diario, Storie
Silvana vide la luce per la prima volta il 20 gennaio di 27 anni fa, nella città di Roma. La sua famiglia si trasferì quando aveva ancora 5 anni a Milano. Il padre, Filippo, decise di “cambiar aria” per andare alla ricerca di un’occupazione che potesse fruttare un po' più di denaro, di un impiego che potesse dargli un po' più di tempo da trascorrere con la sua famiglia. Ora Silvana vive in un mini-appartamento ammobiliato, una vera e propria occasione, proprio come quando 3 anni fa disse nel bel mezzo di una cena, una delle tante, che voleva andarsene a vivere da sola. Quella sera per Filippo, la moglie Angela ed il fratello più piccolo Andrea, sarà difficile da dimenticare. Silvana, fino ad allora , ragazza mite, una “con la testa sulle spalle”, affrontò l’intera famiglia, al...

Antico cimitero del Borgo di Sant’Orso, Aosta

Diario, Recensioni, Valle d'Aosta
Metti una giornata uggiosa di novembre… Aggiungici La curiosità di andare a visitare un luogo che non hai mai visto… ed ecco che scopri un mondo di storie e di storia totalmente sconosciuto… Si trova ad Aosta lo storico e antico cimitero del borgo di Sant’Orso. Si dice che sia il primo cimitero del nord Italia e si attribuisce la sua nascita al 1782 e più precisamente al 3 novembre. Data la necessità di una nuova area cimiteriale, il borgo di Sant’Orso venne dotato di un cimitero. La nuova area sepolcrale venne inaugurata e benedetta dal priore Linty proprio nel 1782. Nel primo periodo della sua esistenza, l’area cimiteriale era particolarmente ridotta. E’ nei primi anni cinquanta dell’Ottocento che, grazie all’interessamento e all’investimento del conte Edoardo Crotti s...