A poche ore dalla fine dell’edizione 73 del Festival di Sanremo, mi lancio nel calissico pronostico in cui tutti gli anni mi butto.

Onestamente non volevo farlo, ma questa canzone è davvero stupenda e su diversi piani.

Bellissimo, stupendo il testo.

Da leggere, capire, fare proprio , mai come in questo periodo.

Bella la canzone e la metrica che rimane facile nella testa e si insidia come non mai.

Delicato l’accompagnamento musicale, con il coro di bimbi, per altro sorridenti sul palco di Sanremo e assenti nel video ufficiale (peccato), che lanciano un messaggio molto forte di pace, serenità e speranza (in un periodo storico in cui ce ne sarebbe bisogno anche se in realtà ce ne sono molti di falsi sul video e troppi anche semplicemente fra le mlle persone che incontriamo o incrociamo giorno per giorno per strada e nemmeno ce ne accorgiamo).

Canzone che accarezza l’animo, scalda il cuore con un suono lento, costante, diffondendo un bel messaggio.

Un video (quello ufficiale visualizzato nei primi tre giorni dal rilascio da oltre un milione e mezzo di persone al giorno in media), che è una vera e propria opera d’arte e che nella sua complessità di trama, riesce a trasmettere nelle immagini il significato della canzone stessa che tutt’altro è che leggera canzonetta.

Una vera Opera dsotto diversi punti di vista che mi ha rapitp, più di altre e oltre i pronostici classici.

Stupendo il ritornello ma ancor di più tutto il testo della canzone, ma proprio bella, bella tutta.

Ve la propongo e sappiate che è la mia personale preferita.

Non puoi combattere una guerra da solo
Il cuore è un’armatura
Ci salva ma si consuma,
A volte chiedere aiuto ci fa paura
Ma basta un solo passo come il primo uomo sulla luna,
Perché da fuori non si vede quante volte hai pianto
Si nasce soli e si muore nel cuore di qualcun altro
Siamo angeli con un’ala soltanto e riusciremo a volare solo restando l’uno accanto all’altro.

Camminerò
A un passo da te
E fermeremo il vento come dentro gli uragani
Supereroi
Come io e te
Se avrai paura allora stringimi le mani
Perché siamo invincibili vicini
E ovunque andrò sarai con me
Supereroi
Solo io e te
Due gocce di pioggia
Che salvano il mondo dalle nuvole
Ci sono ferite che non se ne vanno nemmeno col tempo
Più profonde di quello che sembrano
Guariscono sopra la pelle, ma in fondo ti cambiano dentro
Ho versato così tante lacrime fino ad odiare me stesso, ma ogni volta che ho toccato il fondo
Tu c’eri lo stesso
Oh
Quando siamo distanti
Ogni volta che piangi piange pure il cielo
Oh
Non ho molto da darti ma ti giuro che
Camminerò
A un passo da te
E fermeremo il vento come dentro gli uragani
Supereroi
Come io e te
Se avrai paura allora stringimi le mani
Perché siamo invincibili vicini
E ovunque andrò sarai con me
Supereroi
Solo io e te
Due gocce di pioggia
Che salvano il mondo
Mi basta un attimo e capisco che ogni cicatrice tua è anche mia
Mi basta un attimo per dirti che con te ogni posto è casa mia
Perché siamo invincibili vicini e ovunque andrò sarai con me
Supereroi solo io e te
Due gocce di pioggia che salvano il mondo dalle nuvole
Camminerò
A un passo da te
E fermeremo il vento come dentro gli uragani
Supereroi
Come io e te
Se avrai paura allora stringimi le mani
Perché siamo invincibili vicini
E ovunque andrò sarai con me
Supereroi
Solo io e te
Due gocce di pioggia
Che salvano il mondo dalle nuvole


Significato della canzone:

Dice Mr.Rain della sua canzone: “Mi sono sentito un supereroe, come dico anche nel brano, quando in un momento di difficoltà, dato anche da un percorso cominciato alcuni anni fa, sono riuscito ad accettarmi e a volermi bene. Ho smesso di vergognarmi, di preoccuparmi nel raccontare le mie ansie”.


Di fm-web

Scopri di più da FMTECH

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading