Quasi alla fine di questo 2023 ma non ancora…

Sono cosciente di aver avuto dei momenti felici e indimenticabili in questo anno, ma altrettanto realista nel prospettarmi un 2024 decisamente più problematico e per mille motivi.

Del 2023 terrò a mente albe e tramonti unici, gite inaspettate w gradite quanto non mai e ricordi che resteranno indelebili tanto nel bene quanto nel male.

Terrò a mente parole amare, tanto dette quanto ricevute, un po da e a tutti in realtà.

L’aver raggiunto i 50 anni mi ha fornito di una nuova coscienza e di alcune cose che per il mio bene e di chi mi sta accabto devo tornare a fare.

Certo i cambiamenti non sono mai facili, specie se condizionati dal mondo circostante e dalle persone con cui, volentieri e/o dolenti, si vive o condivide il quotidiano.

Mi riserbo di lavorarci su, anche perché non sarà una transizione facile, ma assolutamente necessaria.

Il 2024 sarà un anno bisestile e non per questo, per la nomea che sia per natura portatore di problematiche, mi preoccupo…

La mia preoccupazione è fondata su fatti tristemente tangibili e inevitabili che sono dettati da eventi che si susseguono per loro natura e contro cui poco posso fare se non adattarmi e accettarli per quali sono.

Dico grazie quindi a questo 2023 senza aspettarmi nulla di meglio dal 2024!

Parto volontariamente e coscientemente con questo profilo basso, cosicché ogni cosa bella sarà ancor più importante e preziosa al punto da aiutarmi a equilibrare quelle che meno belle avverranno.

Quindi, come per lo scorso anno, per favore, non fatemi gli auguri di buon anno con la frase “…e speriamo sia migliore dell’anno passato…” perché potrei prenderla seriamente a male…

Alla fine non cambia sostanzialmente nulla!

Un giorno in più rispetto al precedente anno, ecco cosa andremo a festeggiare.

L’inizio di una agenzia, che non si usano più, nuova.

Un nuovo ciclo di eventi, impegni, ricordi, situazioni e varie, a cui prestare il nostro tempo e a cui votare la nostra vita, continuando assiduamente a inseguire preziosi momenti sempre più rari ma importanti di felicità reale e di serenità.

Quindi, quando sarà il momento, dirò “ciao 2023 e benvenuto 2024!” limitandomi a ciò, e per quel che mi riguarda, invito voi che mi seguite e che mi volete bene, a fare altrettanto… grazie!

Di fm-web

Scopri di più da FMTECH

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading