Parlare è un’attività quotidiana per la maggior parte delle persone, ma per milioni di individui in tutto il mondo, i disturbi legati alla voce possono rappresentare una sfida significativa.

Secondo alcune ricerche, quasi il 30% della popolazione sperimenta almeno un disturbo vocale durante la vita. Fino ad oggi, le terapie disponibili erano costose, invasive e richiedevano lunghi periodi di recupero, spesso con esiti incerti.

Tuttavia, un progetto innovativo potrebbe presto cambiare questa situazione. Un team di scienziati della “Samueli School of Engineering”, presso la “University of California”, ha sviluppato un cerotto elastico che potrebbe rivoluzionare il trattamento dei disturbi vocali. Questo team, guidato dal bioingegnere Jun Chen, ha ottenuto risultati straordinari in passato, come l’ideazione di un guanto in grado di tradurre la lingua dei segni.

Il cerotto si basa sull’utilizzo dell’Intelligenza Artificiale e di un algoritmo di apprendimento automatico che traduce i movimenti muscolari in frasi di senso compiuto. I risultati di questo innovativo esperimento sono stati pubblicati su “Nature Communications” e sono stati resi possibili grazie ai finanziamenti dei “NIH”, gli istituti nazionali di sanità statunitensi, un punto di riferimento mondiale nella ricerca biomedica.

Le caratteristiche impressionanti di questo cerotto lo rendono un’opzione promettente per la risoluzione dei disturbi vocali. Con soli 3 cm di larghezza, 1 millimetro di spessore e un peso di 7 grammi, può essere applicato al collo in modo non invasivo. Inoltre, il cerotto non è influenzato dall’umidità prodotta dalla sudorazione, garantendo un utilizzo confortevole.

Il dispositivo è composto da due parti fondamentali: un sistema di rilevamento auto-alimentato che converte i segnali generati dai movimenti muscolari in segnali elettrici ad alta fedeltà, e un attuatore che trasforma tali segnali nell’espressione vocale desiderata. Queste componenti sono realizzate con materiali biocompatibili e utilizzano un sottile strato siliconico e un sistema di induzione magnetica in rame. Il meccanismo di rilevamento dei cambiamenti nel campo magnetico, quando alterato da forze meccaniche, è in grado di tradurre i movimenti muscolari con un’accuratezza del 95%.

Il cerotto è già stato testato su otto adulti sani per raccogliere i movimenti dei muscoli laringei, e i risultati sono stati estremamente promettenti. La fase successiva coinvolgerà soggetti affetti da disturbi della fonazione, offrendo la possibilità di migliorare significativamente la qualità della vita di coloro che soffrono di tali disturbi.

In conclusione, l’avvento di questo cerotto elastico rappresenta un’importante svolta nell’ambito dei disturbi vocali, offrendo speranza e sollievo a milioni di persone in tutto il mondo. Siamo di fronte a un’incredibile dimostrazione di come la tecnologia possa essere impiegata per migliorare la salute e il benessere umano in modo innovativo e accessibile.

Di fm-web

Scopri di più da FMTECH

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading