Caro Daniele ti scrivo…
Una ciotola di sensibilità